Sedazione cosciente, ovvero, come non avere più paura del dentista

185

Vi è mai capitato, magari quando eravate un po’ più piccoli, di fare i capricci e provare anche un po’ di paura solo all’idea di andare dal dentista? Magari era solo per un piccolo controllo di routine o per curare una piccola carie, ma non ne volevate proprio sapere e “tormentavate” mamma e papà per non andarci?

 

Beh, sicuramente, sarà capitato un po’ a tutti, ma vi possiamo assicurare che anche i pazienti più grandi non hanno mai troppo piacere di fare una visita dal dentista. Spesso e volentieri proprio perché, quando loro stessi erano più piccoli, il rumore del trapano o strumenti simili ha lasciato in loro un gran brutto ricordo.

 

Ma come si può fare quindi per sconfiggere definitivamente questa “fobia”, a questo punto possiamo pure chiamarla in questo modo, e andare a cuor leggero dal dentista per svolgere eventuali interventi senza alcun tipo di problema?

 

Davvero una gran bella domanda alla quale sempre più professionisti del sorriso hanno già trovato una soluzione per non far preoccupare più in alcun modo i loro pazienti. Si tratta infatti della sedazione cosciente, ma cerchiamo di capire un po’ meglio di che cosa si tratta esattamente e quali sono i suoi vantaggi principali.

 

Che cos’è la sedazione cosciente in poche parole? Quali sono i suoi vantaggi?

 

Prima di tutto, la sedazione cosciente è una tecnica analgesica che si basa sul protossido d’azoto. Questo viene somministrato al paziente tramite un aerosol e va dunque a sostituire il ben più classico, ed anche “pauroso”, ago per anestetizzare il paziente.

 

Quest’ultimo inoltre sarà comunque in grado di rimanere cosciente, senza comunque sentire dolore, e di parlare con il dentista mantenendo anche un certo grado di tranquillità. L’operazione richiede neanche 5 minuti, ergo è rapidissima, e di per sé è una buona base per non sentire alcun dolore durante gli interventi “meno impegnativi”. Per quelli più lunghi e dolorosi, è quantomai consigliabile “abbinarci” anche un anestetico locale.

 

In ogni caso, dopo il trattamento a base di protossido di azoto, il paziente è comunque in grado di tornare a casa da solo e non ha bisogno di chiamare un taxi o farsi venire a prendere dato che non si sentirà troppo “intontito”.

 

Va poi ricordato che questo gas inalato tramite aerosol è assolutamente sicuro e viene eliminato dall’organismo semplicemente respirando. Una cosa che non avviene di certo con i medicinali più classici utilizzati normalmente dai professionisti dei denti e poi, altro punto da tenere sempre a mente, i suoi effetti scompaiono nel giro di poco.

 

La sedazione cosciente quindi (per ulteriori informazioni in merito leggi tutto su BlitzQuotidiano) è una soluzione ideale sia per i bambini che per gli adulti che, d’ora in poi, non avranno più paura di mettere piede nello studio del dentista. Un gran bel passo in avanti, non trovate anche voi?

 

Questa tecnica sta già prendendo piede in parecchi studi dentistici e, in futuro, sempre più professionisti la useranno per tranquillizzare i propri pazienti. Una scelta che, sicuramente, verrà condivisa anche da questi ultimi e dalle loro rispettive famiglie.