Il benessere passa anche per l’arredamento

Stare bene in casa è essenziale per il proprio equilibrio psico-fisico. Alcuni elementi dell’arredamento possono influenzare in maniera determinante l’umore dell’abitante della casa, in meglio o in peggio. Ovviamente, la situazione da creare nell’ambiente deve essere il più possibile rilassante e positiva: ricrearla richiede alcuni accorgimenti.

I migliori elementi d’arredo

Le linee dell’arredamento sono importanti per garantire il giusto relax in casa. Alcuni studi americani hanno dimostrato come oggetti dalle linee secche e aguzze possano creare un ambiente poco confortevole, mentre acquistare mobili per la casa dalle forme più morbide e curve, al contrario, contribuisce a creare uno spazio più rilassante per i suoi abitanti.

In breve, una forte sensazione di calma può essere ispirata dai giusti complementi d’arredo, purché abbiano linee più rotonde e approssimativamente sferiche, così da stimolare fiducia, equilibrio e sentimenti più positivi.

Scegliere i colori più appropriati

Le sensazioni più positive possono essere ispirate anche dai giusti colori dell’arredamento. Alcune tinte, infatti, conferiscono più energia e calma; altre, invece, stimolano sentimenti più tetri e nervosi.

Il colore blu, ad esempio, favorisce il rilassamento della vista e la concentrazione e si rivela quindi perfetto per le stanze da letto o le sale destinate allo studio o al lavoro; l’arancione e il giallo, al contrario, hanno effetti più energizzanti, ragion per cui sono poco adatte ad alcune zone della casa (come la camera da letto, dove è bene favorire il rilassamento e conciliare il sonno); il bianco, d’altro canto, si rivela ideale per ambienti più piccoli, perché permette di aumentare la percezione dello spazio di chi li vive, facendo sembrare le stanze più grandi e luminose di quanto non siano in realtà.

In linea di massima, si dovrebbe optare per colori accesi e luminosi, capaci di migliorare enormemente il proprio umore mentre si passa il tempo tra le pareti domestiche.

Puntare sulla luce naturale

L’idea di dare i giusti colori all’ambiente si lega direttamente a quella di valorizzare tutti gli spazi sfruttando la luce: in particolar modo, bisognerà sfruttare la luce naturale. Se la casa è già abbastanza luminosa, sarà controproducente creare zone d’ombra o impedire il passaggio della luce con mobili scuri e ingombranti.

Al contrario, i giusti mobili possono essere sfruttati per riempire di luce quegli ambienti che ne sarebbero naturalmente privi. Ad esempio, alcuni specchi (compresi quelli degli armadi a specchio) potrebbero essere disposti strategicamente per riflettere la poca luce naturale che entra nella stanza nel resto dell’ambiente, rendendolo decisamente più luminoso.

Per la camera da letto, tuttavia, questo suggerimento va modificato preferendo luci più tenue e soffuse, per stimolare il relax e creare eventualmente la giusta atmosfera adatta alla notte: eliminare dalla stanza gli apparecchi elettronici quali televisore e pc aiuterà a rendere la zona notte decisamente più rilassante e intima.

Disporre nell’ambiente piante d’arredamento

Creare degli effetti green, soprattutto in appartamenti di città, così lontani spesso dalle aree verdi naturali, può essere una mossa apparentemente azzardata. Tuttavia, indipendentemente dall’avere o meno il pollice verde, creare degli spazi verdi in casa aiuta il benessere psichico dell’abitante, rilassandolo. Sarebbe dunque il caso di tenere qualche pianta da curare in balcone o terrazzo, e forse anche in cucina, se si è disposti a ospitarle al chiuso e si gode della giusta luce e dello spazio opportuno.

Tenere in ordine la casa

Infine, più che con l’arredamento, l’ultimo accorgimento ha a che fare con la necessità di tenere ordinata la casa. Solo ricreando un ambiente il meno confusionario possibile si riuscirà a godere del meritato riposo tra le proprie mura domestiche e rilassarsi, finalmente, al termine di una dura giornata lavorativa.

Loading...