Cosa fanno le onlus per aiutare i bambini in difficoltà?

Quello dell’aiuto umanitario è sempre un tema difficile da trattare perché nel mezzo c’è un dibattito politico che si intromette in questioni importanti e che non andrebbero mai sintetizzate ad un tifo da stadio. Molto semplicemente le onlus per aiutare bambini in difficoltà lavorano duramente per proteggere i diritti fondamentali laddove questi non sono garantiti. Oggi vorremmo chiarire il loro intervento e la loro utilità non solo per le zone di guerra, lontane ai nostri occhi, ma anche per ciò che accade nelle immediate vicinanze. 

Non possiamo ignorare ciò che accade intorno a noi

Il punto è che una tragedia, una guerra, una pandemia o una catastrofe naturale possono verificarsi in qualsiasi posto al mondo e non solo in posti lontani da noi. Quando un Paese è colpito da uno di questi tragici eventi potrebbe non esserci un Governo pronto o disposto ad agire e, quindi, le associazioni umanitarie si occupano di portare aiuto dove è necessario. Per aiutare in modo concreto le persone che soffrono, tuttavia, occorre il sostegno di tutti noi. Si tratta di un minimo impegno economico che basta a garantire acqua, cibo, farmaci e vestiti a chi non ne ha. 

Un piccolo aiuto per un ambizioso progetto

Donare cinque, dieci o venti euro è una piccola rinuncia che con la quale puoi davvero fare la differenza. Un nostro piccolo aiuto economico può tradursi in farmaci, vestiti, coperte e acqua in quei posti al mondo in cui si muore ogni giorno per fame, guerra e disperazione. Molte persone lasciano la propria casa e partono per dare un aiuto reale alle vittime di guerre e devastazione e sono spesso incolpate di aver compiuto un gesto avventato e pericoloso, quasi sconsiderato. Eppure se non esistessero queste persone coraggiose e generose il mondo sarebbe un posto davvero peggiore di quello in cui viviamo ed è merito loro se ci sono civili che hanno ancora la speranza di poter sopravvivere alla devastazione che li circonda. 

Perché gli aiuti umanitari ci riguardano personalmente

Non c’è cosa più sbagliata di credere che l’aiuto umanitario non ci riguardi e che sia un affare che non ci interessa proprio perché, come abbiamo avuto modo di vivere sulla nostra pelle in questi mesi, la cattiva sorte non sceglie chi colpire in base all’origine geografica. Da noi la pandemia ha mietuto centinaia di vittime e ha messo in ginocchio le persone relegate ai margini della società e le attività economiche. In una fase così delicata ci siamo aspettati e ci aspettiamo l’aiuto del Governo ma laddove questo non riesca ad arrivare sono giunte le organizzazioni umanitarie che hanno procurato alimenti, farmaci e supporto a chi ha vissuto momenti drammatici e di grande difficoltà. Ecco perché donare aiuta tutti noi e non solo le persone che soffrono in questo preciso momento. Con un piccolo contributo aiuti le onlus a portare avanti il loro importante lavoro e garantisci a chi è in difficoltà di ricevere tutto l’aiuto di cui ha bisogno. 


Loading...