Uno studio rivela i rischi di un impianto elettrico obsoleto

455

Un impianto elettrico obsoleto è molto pericoloso, a rivelarlo è uno studio commissionato da centri specializzati come pronto intervento elettricista a Roma che spesso deve intervenire per risolvere i problemi causati.

Il problema dei corti circuiti

Il rischio principale legato all’uso di un impianto elettrico obsoleto è il corto circuito. Questo capita quando due cavi scoperti si toccano, spesso capita che i cavi elettici all’interno delle canalette dentro al muro abbiano la guaina protettiva tutta rovinata e deteriorata a causa del tempo. In cavo è quindi scoperto e può toccarsi con quello accanto. Un impianto in cattive condizioni può esser spesso soggetto a corti circuiti che fanno saltare al corrente.

Infatti, appena due fili scoperti entrano in contatto il salvavita del contatore estrico dovrebbe scattare e togliere immediatamente la corrente all’intero appartamento. Se il salvavita no dovesse scattare immediatamente, potrebbero generarsi delle scintille che provocano un incendio.

Gli sbalzi di corrente

Non è facile accorgersene, ma un vecchio impiantò ha degli sbalzi di corrente, cioè può capitare che ci sia un picco di elettricità. Questo capita perché i cavi sono vecchi, tanto quanto il contatore della luce che non regola bene il flusso. Ce ne si accorge nel momento in cui si sente un rumore e il carica batteria del computer e di altri apparecchi tecnologici non funziona più. Chi ha un vecchio impianto elettrico avrà sicuramente dovuto cambiare più volte i caricatori perché il tecnico del pronto intervento elettricista a Roma diceva che erano “bruciati”. La colpa è dell’impianto obsoleto che sarebbe da rifare al più presto, smettendo di comprare in continuazione nuovi e costosi caricatori che fanno questa fine.

Lo stress di cercare un adattatore

chi abita dove c’è un impianto molto vecchio sarà costretto ad utilizzare sempre degli adattatori di corrente. Infatti, le vecchie prese non consentono di collegare i nuovi elettrodomestici che hanno delle prese diverse. L’unico modo è utilizzare gli scomodissimi adattatori da cercare ogni volta su ogni presa in casa.

Loading...