Sudafrica e fotografia, i must see da non perdere

103

Ciò che ci lascia un viaggio, oltre agli innumerevoli souvenir che solitamente compriamo, è un’ampia serie di ricordi: città, persone, panorami, tutto ciò può essere facilmente immortalato e condiviso con gli amici da una fotografia. Soprattutto al giorno d’oggi, è davvero facile ottenere immagini di qualità eccezionale senza utilizzare dispendiose macchine fotografiche professionali. E proprio grazie a questo progresso tecnologico, diverse agenzie di viaggi iniziano ad offrire ai propri clienti delle offerte di “viaggi fotografici”, escursioni ideate proprio con lo scopo di testare la passione e le proprie capacità con i ricordi fotografici. Non si parla di una semplice vacanza, ma di un’occasione unica per vivere il viaggio in un modo originale

Una delle mete più gettonate in questo ambito è il Sudafrica, conosciuto anche come Repubblica Sudafricana: qui si possono trovare popoli amichevoli, un clima decisamente mite rispetto al resto del continente, paesaggi spettacolari, strutture alberghiere moderne e confortevoli (in linea con gli standard Europei), e una cucina locale davvero gustosa e variegata, oltre naturalmente a quella internazionale.

L’intera area sudafricana offre al viaggiatore una incredibile varietà di cose da vedere e fotografare, come le tipiche cittadine o i meravigliosi paesaggi naturali che si stendono in lungo e in largo per l’intera regione. Posizionato all’estremità meridionale di un continente dalle tradizioni millenarie, il Sudafrica può senza dubbio vantare tanti paesaggi straordinari quanti ne possono immortalare i fotografi di tutto il mondo.

In un viaggio fotografico in Sudafrica si incontreranno città con oltre trecento anni di storia alle spalle come Cape Town, la più antica della regione, dove le spiagge si alternano con le alture di Table Mountain e Table Bay per formare un unico panorama variegato. C’è anche la bellissima Hout Bay, dove il viaggiatore si può imbarcare per una crociera di una mezz’ora nella baia che tra l’altro permette di ammirare delle colonie di foche, e più in là si arriva alla Riserva Naturale del Capo di Buona Speranza e poi a Cape Point, dove l’Oceano Atlantico incontra l’Oceano Indiano offrendo un vortice di emozioni travolgenti.

Più avanti si trova Old Biscuit Mill, un piccolo villaggio situato nell’area di Woodstock, dove si incontrano artisti, designer e fotografi di talento provenienti da tutto il Sudafrica. Una tappa immancabile, per constatare (e immortalare) quanto l’arte sia viva e in fermento in tutta la città. Di giorno come di notte ci sono mercatini, workshop e boutique di aspiranti designer, ristoranti con cucina tipica e diversi festival musicali davvero imperdibili.

In seguito si può visitare l’altopiano del Boland, situato tra Cape Town e l’entroterra, che ospita una vastissima coltivazione vinicola: attraversando le meravigliose “strade del vino”, si possono scoprire le sorprendenti cantine che rendono questa regione famosa a livello mondiale, così come la deliziosa cucina del Sudafrica.

I fiumi che attraversano queste vallate danno vita a paesaggi verdeggianti indimenticabili. Inoltre ogni giorno, in una delle più grandi tenute della regione, si può vedere con i propri occhi uno spettacolo unico nel suo genere: un branco enorme di anatre che scorrazza liberamente tra i vigneti alla ricerca di lumache e insetti, dannosi per le coltivazioni.

Questo è solo un piccolo assaggio di ciò che si può incontrare e catturare lungo i 755 km della famosissima Garden Route: conosciuta anche come “il Paradiso del Sudafrica”, questa meravigliosa strada panoramica attraversa un’area ricca di fascino e bellezze naturali, ideale per chi ama la fotografia così come per chi è in cerca di un’avventura indimenticabile. La “strada dei giardini” non è altro che un susseguirsi a perdita d’occhio di spettacolari paesaggi dove si alternano florida vegetazione, lagune e laghi dai colori spettacolari.