Studentessa denuncia un compagno per violenza sessuale

44
News-parma

E’ accaduto tutto lunedì 4 giugno presso l’istituto tecnico Bondoni di Parma: erano le 12 quando una studentessa di 18 anni si è ritrovata improvvisamente immobilizzata e molestata da un compagno di scuola. Alla presenza di altri due ragazzi, che a quanto pare non hanno cercato in alcun modo di prestare aiuto alla diciottenne, un compagno di scuola di 19 anni si sarebbe scagliato contro la povera malcapitata. La avrebbe immobilizzata e avrebbe iniziato a baciarla e palpeggiarla, respigendo i suoi tentativi di liberarsi dalla presa. L’episodio non è stato breve: secondo quanto ricostruito in seguito alla testimonianza della ragazza, il molestatore avrebbe continuato ad infastidirla e tenerla immobilizzata per una ventina di minuti, dopodiché si sarebbe stancato e se ne sarebbe andato. Tutto questo, ricordiamo, è avvenuto sotto agli occhi di altre due ragazzi che erano presenti e che hanno assistito a tutta la faccenda senza fare niente.

La 18enne, non appena è riuscita a liberarsi, non ha perso tempo ed è subito andata dalla Preside dell’istituto per raccontare quanto le era appena successo. Sono stati poi chiamati anche i carabinieri e la ragazza ha denunciato l’episodio in via ufficiale. Al momento le indagini sono ancora aperte, sia da parte dei carabinieri che da parte della Preside del Bondoni. Secondo quanto affermato dalla donna, questo è un episodio a dir poco scioccante che non si dovrebbe mai verificare. Senza dubbio, una volta che saranno stati identificati tutti i responsabili e ascoltati tutti i testimoni presenti, saranno prese delle misure e dei provvedimenti adeguati.

Si tratta dell’ennesimo caso di molestia ai danni delle donne: ormai siamo sempre più abituati a sentire episodi del genere accadere in qualsiasi paerte del mondo e la cosa dovrebbe farci preoccupare. Da un lato però, tutta questa faccenda dimostra un fatto molto importante: oggi le ragazze stanno trovando il coraggio di opporsi a queste molestie e di denunciare. Un tempo, prima che uscissero tutte le campagne degli ultimi anni, era molto più difficile trovare la forza di farlo.

L’aspetto triste di tutta questa faccenda riguarda anche i due ragazzi che a quanto pare erano presenti per tutta la durata della molestia e che non hanno fatto assolutamente nulla. Non sono intervenuti per prendere le difese della 19enne e hanno assistito a questo comportamento deprechevole senza nemmeno porsi il minimo problema. Probabilmente anche questi due ragazzi saranno puniti dalla preside dell’istituto, perchè hanno dimostrato un atteggiamento davvero poco responsabile.

Epidosi come questo sono ormai all’ordine del giorno ma è importantissimo che le vittime non abiano paura e denuncino qualsiasi tipo di molestia subita. In questo caso non stiamo parlando di uno stupro o di un abuso ma di un comportamento comunque violento e molesto, che deve comunque essere fermato. Fortunatamente, è capitato ad una ragazza che non ha avuto paura e non si è tirata indietro. Adesso, proprio grazie a lei, il 19enne sarà punito e si spera che in futuro comportamenti come questi non gli passino nemmeno per la testa. Dobbiamo continuare a denunciare e la ragazza merita tutta la nostra stima!

Ti potrebbe interessare anche…