Spray urticante spruzzato sul bus: malori tra i passeggeri a causa della bravata

67

Il fatto risale a questo weekend quando su di un bus pubblico di linea, alcuni passeggeri si sono sentiti male. Dopo gli accertamenti pare che la causa sia dovuta a uno spray urticante al peperoncino spruzzato da altri passeggeri, forse per fare uno scherzo… di cattivo gusto!

È successo nel pieno certo di Parma in via Mazzini su un autobus di linea della Tep che attraversa la città. Durante la sua corsa, alcuni passeggeri hanno avvertito un fortissimo bruciare agli occhi e malessere generalizzato.In un primissimo momento, si è pensato che l’episodio fosse legato a un qualche tipo di malfunzionamento sul mezzo pubblico, in particolare al sistema di areazione, fatto non così raro. Stavolta, invece, i malfunzionamenti e le mancate manutenzioni non c’entrano nulla: l’azione è stata imputata a un gruppo di giovani, anch’essi presenti sul tram.

Dalle ricostruzioni fatte delle forze dell’ordine, intervenute immediatamente sul posto, pare che i giovani siano saliti sul mezzo pubblico qualche fermata prima e poi abbiano deciso di spuzzare uno spray urticante al peperoncino, non curanti dei danni provocati agli altri passeggeri presenti sul mezzo. In principio, non si è pensato ai giovani come colpevoli del gesto, ma si è arrivati a questa conclusione solo dopo aver preso visione dei filmati di video sorveglianza. Sono, infatti, state fondamentali le telecamere di sicurezza presenti sul bus per ricostruire l’accaduto.

Il conducente del mezzo, accortosi dei malori tra i passeggeri, si è visto costretto a fermare il bus e far scendere tutti. I passeggeri sono tutti smontati, alcuni spaventanti e con forti bruciori agli occhi e anche al naso. Le forze dell’ordine arrivate sul posto hanno dapprima pensato a un problema di areazione ma il sistema era in buone condizioni e comunque il gas refrigerante ha tali effetti solo ad altissime concertazioni.  Insomma, in base ai rilievi effettuati, le condizioni per un’intossicazione di gas refrigerante non sussistono, allora si sono vagliate altre ipotesi e teorie.

È stato sufficiente acquisire i filmati della videosorveglianza per poter avere una maggiore chiarezza dell’accaduto: un gruppo di ragazzini ha utilizzato uno spray urticante all’interno del mezzo. La soluzione urticante si è diffusa dentro il mezzo colpendo gli altri passeggeriche hanno avuto le reazioni di cui si parlava prima. L’azienda per il trasporto pubico locale, , minimizza l’accaduto imputatolo a una bravata da ragazzini sebbene si riservi la possibilità di valutare azioni legali contro i responsabili.

Per gli autori del gesto non c’è da star tranquilli: le telecamere di sicurezza hanno ripreso il gruppo che ha spruzzato lo spray urticante, probabilmente per una bravata vista la loro giovane età. Nonostante si tratti di una bravata, ciò non sminuisce la gravità dell’azione e resta pur sempre un atto perseguibile.È solo questione di tempo perché i Carabinieri formalizzano le accuse individuando i responsabili di tale gesto. Le forze dell’ordine dovranno anche capire come i ragazzi siano venuti in possesso dello spray urticante, che viene distribuito solo a chi ha più di 18 anni.