Ricette tipiche dell’Emilia Romagna: i cappellacci di zucca

161

I cappellacci di zucca sono una ricetta piuttosto facile da preparare, basta fare un po’ di esercizio per la pasta. Gli ingredienti sono facili da preparare e il costo resta davvero bassissimo. Servono farina (100 g a testa) e un uovo per ogni 100 g di farina e un pizzico di sale per fare la pasta fresca. Per la preparazione del ripieno serve zucca, noce moscata, un uovo, parmigiano reggiano, sale, pepe. Per condire bastano burro e salvia. Certo, la vendita cappellacci di zucca è più veloce ma si può provare a realizzare i tortelli da soli come delle vere sfogline modenesi.

La preparazione

La prima cosa da fare è la pasta fresca fatta a mano: si mettono le uova al centro della farina messa idratante sul tavolo e si sbattono incorporando un po’ per volta tuta la farina. Si forma un bel panetto liscio e lo si mette a riposare in frigo per almeno mezz’ora coperto con al pellicola. Nel frattempo, si pulisce la zucca, al si mete al forno per poti ridurla in poltiglia. nella terrina dove c’è già la polpa di zucca si aggiungono gli altri ingredienti per creare il ripieno dei tortelli: uova, noce moscata, parmigiano, sale e pepe. Se il ripieno dovesse risultate un po’ liquido e senza corpo meglio aggiungere del pan grattato o della farina per addensarlo un po’.

Si tira fuori la pasta da frigo, al si stende in uno strato molto sottile e si tagli a strisce. Al centro di una striscia si mette il ripieno, aiutandosi magari con una sac a poche. Si ricopre con una striscia senza ripieno e poi si usa il coltello per tagliare i ravioli. Si deve pizzicare la pasta con congiungere i due alti e il gioco è fatto.

Chi preferisce la vendita cappellacci di zucca allora no deve far altro che far bollire l’acqua, solare i tortelli e buttarli in una padella dove già cuoce burro e salvia. Una spolverata extra di noce moscata e parmigiano e il piatto è pronto per essere gustato.