Robot tagliaerba: tutto quello che c’è da sapere sull’attrezzo “amico” del giardinaggio

    213

    Sono da anni la soluzione più pratica al “problema” dell’erba da falciare per rendere il proprio giardino ordinato ed esteticamente bello: prima di correre, però, su siti come www.robottagliaerbatop.it a cercare il robot tagliaerba più adatto alle proprie esigenze, vale la pena capire meglio di che tipo di attrezzi si tratta, come funzionano, che vantaggi hanno rispetto ai tradizionali tosaerba manuali e via di questo passo.

    Come molti altri robot che si usano in casa (i robot da cucina, i robot aspirapolvere, eccetera), i robot tagliaerba hanno una caratteristica principale: sono dotati di un motore elettrico che permette loro di essere quasi o completamente automatici e, cioè, di funzionare in autonomia e senza o con una buona dose in meno di controllo umano. Rispondere alla domanda perché un tosaerba automatico è più pratico di un tosaerba manuale? è, a questo punto, quasi superfluo: anche tra gli amanti del giardinaggio è difficile trovare qualcuno che sia davvero desideroso di passare ore e ore a falciare l’erba del prato, col caldo o sotto il sole e rischiando, per di più, gli insulti dei vicini a causa del rumore. Il tutto senza contare che un robot tosaerba è spesso la soluzione ideale quando l’età è avanzata, si ha qualche problema a camminare, figuriamoci a tosare il prato.

    Tipologie, caratteristiche e pro e contro dei robot tosaerba

    Per completezza vale la pena fare anche la distinzione tra robot tagliaerba automatici e robot tagliaerba semiautomatici. I primi sono oggetti davvero all’avanguardia, in quanto dotati di tecnologia GPS integrata che permette loro di muoversi liberamente all’interno del giardino o del prato da tagliare, di seguire precise traiettorie e, cosa più importante, di tornare ancora automaticamente alla stazione di ricarica. Il motore elettrico grazie a cui funzionano i robot tosaerba è alimentato, infatti, in quasi tutti i casi a batteria: non ha per questo un’autonomia infinita, ma va ricaricato di tanto in tanto attraverso un’apposita stazione appunto. Se il robot che si è acquistato è completamente automatico, non ci si dovrà preoccupare di farlo dal momento che, raggiunti livelli di carica limite, questo ritorna autonomamente alla stazione. Lo stesso non avviene, invece, con i robot tagliaerba semiautomatici: questi sono, infatti, oggetti più semplici e già in commercio da svariati anni; funzionano attraverso un filo perimetrale che delimita, appunto, l’area in cui il robot è libero di muoversi e, soprattutto, richiedono di essere recuperati dove si sono fermati ed essere portati a mano alla stazione di ricarica una volta che la batteria risulta esaurita. Una tipologia ancora più raffinata di robot tagliaerba è dotata di particolari sensori che permettono all’attrezzo di scansare eventuali ostacoli presenti sull’area da falciare (come recinzioni, aiuole, murature, eccetera).

    Non è solo il budget che dovrebbe far cadere l’ago della bilancia su un oggetto piuttosto che un altro, tanto più che oggi non è difficile trovare sia tosaerba completamente automatici sia tosaerba semiautomatici di gamme diverse e prezzi comparabili: la frequenza con cui si intende utilizzare l’attrezzo, il tempo che si intende dedicare al giardinaggio o la propria abilità nel tagliare l’erba hanno un peso e non secondario.


    Loading...