Reggiseno allattamento: un capo intimo da scegliere con attenzione dopo la gravidanza

78

Nella fase dell’allattamento al seno, moltissime donne preferiscono utilizzare un reggiseno allattamento. Si tratta di un capo intimo diverso dal solito reggiseno, studiato proprio per questa fase. Quando la gravidanza sta per concludersi, conviene sempre abbandonare il reggiseno classico per utilizzare quello specifico per l’allattamento.

Nonostante quanto affermato, non è vietato continuare a usare un reggiseno normale, ma conviene fare alcune precisazioni per poter capire a fondo le ragioni del cambio di reggiseno. Per approfondire, vai su www.portalebimbo.it il portale con tante info per mamme e bambini.

Perché usare il reggiseno per allattamento

Durante la gravidanza, ma soprattutto durante l’allattamento, il seno cambia e si modifica moltissimo perciò c’è bisogno di un indumento appositamente studiato. Già dai primi mesi della gravidanza, il seno inizia a maturare per essere pronto all’allattamento. È molto frequente che il seno aumenti di dimensione, sia gravidanza che in allattamento. Solo per questo motivo diventa indispensabile acquistare un capo intimo nuovo di qualche taglia più grande del solito.

Visto che si deve comunque acquistare un reggiseno nuovo, ti conviene orientarti su un modello apposito per allattamento delle caratteristiche particolari come la comodità, la praticità e anche il maggiore sostegno.

Come è fatto un reggiseno per l’allattamento

Tra i tanti indumenti pensati per le neomamme, il reggiseno per l’allattamento ha lo scopo di sostenere un seno che è cambiato ma anche facilitare e rendere più pratico l’allattamento soprattutto quando sei fuori casa. Infatti, diverse persone sottovalutano l’allattamento fuori casa che può presentare qualche difficoltà in più rispetto al solito.

Il reggiseno per l’allattamento fuori casa si presenta come un normale reggiseno solo che ha una piccola tasca che si abbassa per scoprire il capezzolo e dare il latte al neonato. In questo modo, l’allattamento diventa più pratico senza dover scoprire tutto il seno. Chi ha provato questo modello, conferma che si tratta di una modalità molto valida che agevola l’operazione dell’allattamento quando non si è a casa.

Diversi modelli all’interno di questa tasca hanno anche uno spazio per sistemare le coppette assorbilatte, indispensabili per evitare di macchiare la t-shirt con le gocce residue di latte.

Come si sceglie un il reggiseno allattamento

Quando arriva il momento di scegliere il reggiseno per allattamento, scoprirai che ci sono molti modelli disponibili tra cui trovare quello ideale. In generale, la maggior parte dei modelli ha caratteristiche di base simili, come la parte che si abbassa o stacca per allattare.

Nella scelta del reggiseno allattamento, ti conviene porre particolare attenzione sul materiale utilizzato. L’ideale sarebbe preferire capi in tessuto naturale come il cotone, traspirante e antiallergico ideale per evitare di peggiorare le irritazioni che, purtroppo, sono frequenti nella fase dell’allattamento. Il reggiseno dovrebbe essere privo di cuciture e anche senza il ferretto per evitare fastidi.

Un aspetto importante dei reggiseni per l’allattamento riguarda le spalline che dovrebbero essere rinforzate per sostenere I volumi maggiori. Inoltre, oltre alle spalline normali, alcuni modelli hanno spalline da regolare e anche incrociare per darti un sostegno supplementare.

Loading...