Legionella a Parma: torna l’allarme con 3 nuovi casi

239
Legionella-Parma

Scatta un nuovo allarme legionella a Parma: negli ultimi giorni infatti sono stati ricoverati altri 3 pazienti che presentavano i sintomi della malattia e che effettivamente erano stati contagiati dal virus. Il bilancio dei casi nell’ultimo anno quindi sale a 23, solo all’interno della Provincia di Parma e anche se l’Ausl lancia rassicurazioni, viene da chiedersi ancora una volta quale sia stata la causa scatenante. Si era iniziato a parlare di legionella a Parma ancora nel novembre dell’anno scorso, quando si erano registrati alcuni casi ed erano aumentati il mese successivo. A dicembre, i pazienti che erano stati infettati dal virus della legionella erano 20 ma adesso la conta complessiva è salita a 23, perchè 3 persone sono state colpite proprio nei giorni scorsi.

La Ausl ha subito rassicurato tutti in merito alla sicurezza della situazione e ha comunicato ufficialmente che non è il caso di parlare di allarme nè di epidemia. La paura però è tornata a farsi sentire a Parma, perchè questa città non è certo la prima volta che si trova a fare i conti con la legionellosi.

3 nuovi pazienti ricoverati a Parma nei giorni scorsi

Sono in tutto 3 i pazienti che nei giorni scorsi sono stati ricoverati a Parma perchè presentavano i sintomi della legionellosi ed effettivamente sono risultati infetti. Il primo è stato un settantenne residente nella zona est della città, che è stato ricoverato al Maggiore e che è già in via di guarigione. A lui è seguita una donna non residente a Parma ma in provincia, che non ha riportato complicazioni particolari ed è già stata dimessa. Infine, il terzo paziente è stato un uomo di 75 anni al ritorno da un pellegrinaggio nel sud Italia e che a quanto pare avrebbe contratto la legonella proprio durante il viaggio. Il collegamento con i pazienti che avevano contratto il virus mesi addietro quindi non esiste più: nessuno dei contagiati nei giorni scorsi viveva nella zona sud di Parma. Si può quindi escludere che la malattia sia stata contrata in questa parte della città e le cause potrebbero essere completamente differenti. Non è neanche detto che esista un collegamento tra questi ultimi 3 casi di legionella a Parma: potrebbe trattarsi di un caso.

I sintomi della legionella: come riconoscerla

La Ausl ha precisato in questi giorni che non c’è di che preoccuparsi e che non si può certo parlare di allarme a Parma. I cittadini possono quindi stare tranquilli e non hanno da temere un’epidemia come quella del 2016. La situazione è sotto controllo ed i 3 pazienti che sono stati presi in carico nei giorni scorsi sono guariti senza alcun tipo di problema e ripercussioni. Detto questo comunque vale sempre la pena informarsi circa i sintomi della legionellosi, in modo da essere pronti ad andare all’ospedale qualora dovessero presentarsi manifestazioni sospette.

La legionella colpisce in modo particolare l’apparato respiratorio e si manifesta con una sintomatologia tipica: tosse acuta, problemi respiratori, dolore al petto, febbre, mal di testa e disturbi simil influenzali. I cittadini di Parma che dovessero riconoscere questi sintomi sono comunque invitati a rivolgersi al Pronto Soccorso.

Loading...