Assistenza legale, sempre più clienti si rivolgono al web 

In Italia ci sono quasi 250mila avvocati: un numero certamente elevato e che trasferito in percentuale pone il nostro Paese ben oltre la media europea. La conseguenza di tutto ciò è una concorrenza sempre più esasperata, tale da spingere gli studi a cercare nuovi efficaci strumenti per poter strappare clientela alla concorrenza. Tra quelli che sono stati individuati c’è anche il web, ove è sempre più facile imbattersi in siti e portali per le consulenze legali.

I dati di Cassa Forense

Il punto di partenza che può spiegare al meglio il fiorire di servizi legali sul web sono i dati forniti da Cassa Forense, secondo la quale nell’ultimo decennio il reddito degli avvocati italiani si sarebbe contratto del 25%, dimezzandosi addirittura nel caso di quelli sotto i 45 anni, mentre 56mila avvocati sotto i 40 anni avrebbero un reddito di poco superiore ai 10mila euro.
In queste condizioni non stupisce eccessivamente che molti professionisti abbiano iniziato a guardarsi intorno per cercare di capire come rimediare clienti. 

La risposta è nella multicanalità

La risposta individuata da molti è rappresentata dalla multicanalità, ovvero dall’allargamento della propria attività a Internet, mediante l’apertura di siti online che hanno il compito preciso di costituire un punto di contatto per le persone che siano alla ricerca di buoni servizi legali a tariffe non esose.
A questi siti, negli ultimi tempi, si sono poi aggiunte piattaforme che si propongono di mettere in contatto le controparti con il massimo della trasparenza attiva ed abbattendo le tempistiche solitamente necessarie per attività di questo genere.

Come funziona la consulenza legale in rete

Di realtà di questo genere ce ne sono diverse in rete,  siti attivi sia fisicamente che virtualmente come nel caso di www.consulenzalegaleitalia.it, ma il meccanismo è spesso simile. Il primo passo consiste nel filtro applicato alle questioni legali proposte dalla clientela: si deve quindi capire se ciò di cui si ha necessità è trattato da quella piattaforma legale.
Il primo grande scoglio per l’utente è dato dal cercare di indagare sulla effettiva serietà del professionista scelto, operazione che può essere possibile effettuando ricerche in rete e leggendo recensioni.
Quando si è convinti del professionista scelto si può partire direttamente con la richiesta ed attendere quindi una bozza di preventivo. Il tutto con tempistiche molto più rapide rispetto all’iter tradizionale ed a costi che possono essere più vantaggiosi. 


Loading...