L’attivista Lodovica Mairè Rogati su La Via di San Francesco

    154

    Abbiamo contattato l’attrice e attivista per i diritti degli animali Lodovica Mairè Rogati per curiosare su una novità da lei annunciata a mezzo stampa: Lodovica, infatti, è pronta a partire per un lungo pellegrinaggio verso l’itinerario sacro denominato “La Via di Francesco”!

    Lodovica, hai rilasciato di recente un paio di interviste dove hai anticipato che farai un pellegrinaggio, ci vuoi spiegare questa idea?

    “In questi ultimi mesi di pandemia quello che è emerso maggiormente nelle richieste di aiuto arrivate alla mia Associazione IO NON CI STO è stato il forte desiderio, da parte delle vittime di violenza, non solo di salvarsi dal proprio carnefice ma anche di potersi riappropriare di un contatto sano con la natura.”

    Quale è stata la tua reazione a questo sentimento?

    Ho sentito una profonda empatia con tutte queste donne. Il mio disagio più grande, ovviamente dopo la preoccupazione per la mia salute e quella della mia famiglia, è stato proprio quello di non poter viaggiare e di dovermi limitare semplicemente a fare una passeggiata nel parco della mia città”.

    Com’è stata l’organizzazione del pellegrinaggio?

    In realtà – spiega l’attrice – avevo organizzato di partire nel mese di febbraio perchè ricorrono delle date per me molto significative. Il persistere però delle restrizioni non mi permetterà di farlo così ho rimandato di qualche settimana”.

    All’interno del sito https://www.viadifrancesco.it / troviamo tutte le informazioni utili a conoscere più da vicino il pellegrinaggio scelto da Lodovica Mairè Rogati. Si raggiunge l’itinerario partendo da sud (da Greccio) o da nord (da La Verna) e, attraverso di esso, si rivive “l‘esperienza francescana nelle terre che il Poverello ha calcato nelle sue itineranze”, come si legge sul sito web. I paesaggi sui quali l’occhio del pellegrino si poseranno sono i medesimi che avevano rallegrato il cuore di San Francesco.

    All’inizio – continua Lodovica Mairè Rogati – avevo deciso di partire da sola ma alla fine camminerò con un filmmaker che, insieme a me, realizzerà un reportage per la televisione.” Questa è un’interessante anticipazione, significa che potremo rivivere i momenti più belli di questa tua prossima esperienza?

    Assolutamente si, la mia intenzione è di unire un mio forte desiderio personale con la mia professione (Lodovica Mairè Rogati è anche scrittrice, autrice, conduttrice tv e sceneggiatrice, ndr)”

    Cosa ti aspetti da questa esperienza?

    So che sarà molto impegnativa perché comunque la affronterò in un periodo poco consigliato. Non è la prima volta che intraprendo un pellegrinaggio, il primo è stato tanti anni fa per raggiungere Santiago de Compostela; lì ho camminato per 1000km partendo dai Pirenei, oltre il confine in Francia. Questa volta il percorso è più breve ma farà molto freddo e soprattutto lo affronterò con uno stato d’animo differente. Camminare nella natura per delle tratte molto lunghe è comunque un’esperienza che dovrebbero fare tutti; oltre a mettere alla prova il proprio fisico, lo si fa con la propria mente e si impara ad affrontare gli imprevisti in maniera ragionata e positiva”.

    A questo punto ringraziamo Lodovica Mairè Rogati ed attendiamo il suo reportage in tv!