Domenica ecologica a Parma: limiti e divieti del 3 novembre 2019

233
Domenica-ecologica-parma-3-novembre

Torna un’altra domenica ecologica a Parma il 3 novembre e come sempre si dovranno rispettare le limitazioni al traffico e adottare gli altri accorgimenti previsti dal PAIR (Piano Aria Integrato Regionale 2020). Ormai i parmigiani si sono già abituati al ritorno dei blocchi antismog, che dal 1° ottobre sono di nuovo attivi in tutto l’anello delle tangenziali e che prevedono limitazioni per tutti i veicoli più inquinanti compresi i Diesel Euro 3. Ormai però, gli abitanti di Parma si sono abituati anche alle domeniche ecologiche: ne sono previste 2 al mese fino al 31 marzo 2020. Rispettare i divieti e le limitazioni imposte non solo previene il rischio di sanzioni salte ma è un dovere morale, per il benessere proprio e di tutta la cittadinanza.

Lo abbiamo ribadito già molte volte, ma non sono mai troppe. Lo smog è un problema serio per molte città italiane e Parma non è certo esclusa visto che rientra tra le più inquinate della Penisola. I blocchi antismog e le domeniche ecologiche sono quindi indispensabili per ridurre i livelli di PM10 nell’aria e per garantire una migliore qualità della vita a tutti i cittadini.

Domenica ecologica a Parma: limiti alla circolazione dei veicoli

Le limitazioni al traffico previste in occasione della domenica ecologica del 3 novembre riguardano tutta l’area entro l’anello della tangenziale di Parma, dalle ore 8.30 alle ore 18.30. I veicoli che non potranno circolare liberamente sono i seguenti:

  • Veicoli alimentati a diesel Euro 3 e precedenti;
  • Veicoli alimentati a benzina pre-Euro ed Euro 1;
  • Cicli e motocicli Pre-Euro.

I veicoli che invece potranno circolare liberamente senza limitazioni sono i seguenti:

  • Veicoli Diesel Euro 4 e superiori;
  • Veicoli a benzina Euro 2 e superiori;
  • Veicoli elettrici o ibridi;
  • Veicoli alimentati a Gpl e metano.
  • Cicli e motocicli Euro 1 e superiori.

Deroghe speciali previste per alcuni veicoli

Ricordiamo inoltre che sono previste delle deroghe speciali per alcuni veicoli, che potranno circolare ugualmente anche se considerati inquinanti. Rimangono quindi esclusi dal divieto di circolazione i seguenti veicoli:

  • Veicoli che trasportano persone portatrici di handicap;
  • Veicoli di persone che svolgono attività sanitarie;
  • Veicoli di famiglie con fascia Isee inferiore ai 14.000 euro;
  • Veicoli che trasportano merci deperibili;
  • Automobili con almeno 3 persone a bordo (car pooling);
  • Veicoli diretti ad hotel e strutture turistiche;
  • Altri veicoli indicati nell’ordinanza comunale consultabile sul sito ufficiale del Comune di Parma.

Multe e sanzioni previste per chi non rispetta i divieti

Durante la domenica ecologica sono tutti invitati a rispettare i divieti previsti e quindi a non circolare con la propria automobile entro l’anello della tangenziale se questa rientra tra quelli considerati veicoli inquinanti. Qualora si trasgredisse e si circolasse liberamente, è prevista una sanzione amministrativa di 164 euro (con possibilità di riduzione qualora la si pagasse entro 5 giorni dalla notifica). Si tratta di una cifra che scoraggia molte persone ma i trasgressori ci sono comunque sempre e vale la pena ricordare una cosa importante.

Rispettare i limiti ed i divieti imposti dalle domeniche ecologiche e dai blocchi antismog è importante prima di tutto per la propria salute e per quella di tutti i cittadini, perchè il problema dell’inquinamento deve essere preso sul serio.

Loading...