Continuano i disagi per i Treni sulla linea Parma-Suzzara

1039
Treni-Parma

Continuano i disagi per tutti coloro che hanno bisogno di spostarsi in Treno nel tratto che va da Parma a Suzzara. E’ passato ormai molto tempo dall‘alluvione dell’Enza dello scorso dicembre e non doveva andare così. Inizialmente infatti la promessa della FER era chiara: la linea sarebbe stata ripristinata entro la fine dell’estate ed i lavori non avrebbero creato grandi disagi nei periodi di maggior afflusso. Peccato però che la realtà dei fatti sia decisamente un’altra: i lavori sono iniziati il 6 agosto e ci vorranno almeno 2 mesi prima che vengano ultimati. Arriveremo quindi ad ottobre ed i disagi in questi giorni sono moltissimi: nella settimana di ferragosto saranno diverse le persone che si troveranno in difficoltà.

Erano lavori che andavano fatti per forza di cose, certo, ma siamo sicuri che siano stati gestiti nel migliore dei modi? Viene da chiedersi come sia possibile che da dicembre siano iniziati solamente in agosto, nel pieno della stagione turistica. Non solo: i disagi interesseranno anche tutti gli studenti che per l’inizio della scuola non potranno contare sulla tratta ferroviaria in questione.

Linea ferroviaria Parma – Suzzara: quando finiranno i lavori?

La linea ferroviaria Parma – Guastalla – Suzzara non sarà ripristinata fino al termine dei lavori, che come abbiamo accennato è previsto per inizio ottobre. Saranno quindi diversi i disagi per tutti coloro che avranno bisogno di spostarsi in treno e tra questi ricordiamo anche gli studenti, che ad ottobre avranno già iniziato l’anno scolastico. Alcuni autobus sostituiscono i treni in quella tratta, ma di certo non è una situazione idilliaca! Per il momento, FER ha garantito che i lavori saranno terminati entro le primissime settimane di ottobre ma non è detto che le cose andanno esattamente così. Ricordiamo che inizialmente i patti erano diversi e che entro l’inizio dell’anno scolastico doveva essere già tutto a posto. Speriamo solamente che questa sia la volta buona.

L’esondazione dell’Enza: tutto è iniziato da lì

I lavori appena iniziati ci riportano con la memoria all’esondazione dell’Enza del 12 dicembre scorso. Da quel giorno, il tratto di linea ferroviaria che va da Brescello a Sorbolo è rimasto bloccato e sono ormai 8 mesi che i cittadini si trovano in difficoltà. Lentigione sta lentamente rinascendo dopo quell’episodio che ha sconvolto tutta la popolazione, ma il ripristino della linea ferroviaria deve essere accelerato. Anche questo è un simbolo della rinascita di quest’area, tagliata ormai fuori da troppi mesi.

L’esondazione dell’Enza non era certo prevista, ma è incredibile che ci siano voluti 8 mesi prima che le operazioni di bonifica del tratto ferroviario iniziassero. Non ci resta che augurarci che la linea venga ripristinata il prima possibile: nessuna speranza che avvenga entro l’inizio della scuola però. Ricordiamo che tutto questo non sarebbe stato possibile senza il comitato cittadini della frazione di Brescello, che ha dimostrato quanto l’unione possa fare la forza in momenti così difficili per un’intera cittadinanza. Lentigione rinascerà molto presto e tornerà ad accogliere la linea ferroviaria che lo collega a Parma: l’esondazione rimarrà un brutto ricordo, da cui trarre però insegnamento per essere pronti a qualsiasi evenienza.

Loading...