Certificato HACCP cos’è e cosa c’è da sapere in merito

78

Sicuramente avrai già sentito parlare del famoso certificato HACCP. Se anche tu però vuoi avere maggiori informazioni in merito al certificato HCCP cos’è e soprattutto come si ottiene, continua a leggere questo bene approfondimento che ti fornisce le informazioni che ti servono.

Cos’è il certificato HACCP

Il certificato HACCP è obbligatorio per legge per tutte quelle aziende che operano nel settore alimentare. Questa sigla sta per Hazard Analysis Critical Control Points, tradotto analisi dei rischi e controllo dei punti critici per quanto riguarda l’alimentazione.  Chi lavora a stretto contatto con prodotti alimentari deve seguire la normativa per scongiurare il rischio di contaminazione e diffusione di batteri, virus, patogeni, germi etc. attraverso il cibo. Per esempio, si parla di evitare la salmonella.

Le aziende che hanno il certificato HACCP significa che seguono al direttiva italiana, e anche europee, in merito alla sicurezza alimentare e le norme igieniche. Tutti i dipendenti che lavorano con cibi e bevande sono quindi stati sottoposti a una formazione per apprendere le normative in materia di igiene alimentare.

Che cosa deve fare il datore di lavoro

È fondamentale che il datore di lavoro no solo ottenga la certificazione, ma poi deve rendere la normativa fruibili a tutti i dipendenti. Le prassi corrette vengono redatte per garantire la sicurezza, sia per quanto riguarda la manipolazione degli alimenti che per la loro conservazione, fase molto critica dove spesso si possono sviluppare patogeni.

Solo chi ha ottenuto il certificato può dirsi in possesso dei requisiti di sicurezza e salubrità alimentare, scongiurando rischi diversi per chi consuma i prodotti alimentari trattati.

Alcune eccezioni

L’assenza del certificato HACCP, significa che nell’azienda nessun dipendente può entrare in contratto con generi alimentari. Legalmente, nessun lavoratore può esser impiegato nel settore alimentare.

Esistono però delle eccezioni; i diplomati all’istituto alberghiero non hanno formalmente un certificato HACCP ma possono lavorare con cibi e bevande perché conoscono le normativa che è stata insegnata sui banchi di scuola, diventando materia di studio quindi.

Loading...