A Parma arrivano i risciò: da settembre parte la nuova iniziativa

87
Risciò-parma

In vista di Parma Capitale della Cultura 2020, in città arriveranno anche i risciò e a promuovere questa iniziativa di mobilità sostenibile è stato proprio il comune. Promosso dall’Assessorato alle Politiche di sostenibilità ambientale, il servizio ha l’obiettivo di sostenere un nuovo modo di vivere Parma ed il suo centro storico, alternativo all’utilizzo dell’auto che sta diventando un vero problema. Sono ormai note tutte le problematiche relative all’inquinamento atmosferico a Parma: i cittadini lo sanno bene visto che spesso vengono attivate le misure emergenziali perchè i livelli di PM10 dell’aria sono troppo elevati.

Questa novità viaggia proprio in questa direzione, cercando di introdurre anche a Parma così come è già avvenuto in altre città come Milano la possibilità di spostarsi con dei mezzi completamente ecologici e sostenibili. I risciò saranno anche un’attrattiva per tutti quei turisti che arriveranno a Parma nel 2020: anno cruciale grazie al riconoscimento di Capitale della Cultura, ricco di eventi e manifestazioni.

Entro fine marzo il bando e da settembre i risciò

I risciò saranno introdotti a settembre in via sperimentale, in modo da poter arrivare ad inizio 2020 con un’organizzazione ottimale e poter correggere eventuali problemi prima di Parma Capitale della Cultura. Entro fine marzo il comune pubblicherà un avviso pubblico per trovare gli interessati ad effettuare questo servizio nell’area cittadina. I risciò quindi saranno realtà e non dovremo attendere ancora molto per poterli vedere girare tra le strade di Parma.

Si tratta di un’iniziativa interessante, che merita di essere valorizzata e che potrebbe anche portare un certo introito in futuro. Due piccioni con una fava quindi: promuovere una mobilità ecologica e del tutto sostenibile e al tempo stesso fornire un’attrattiva ai turisti che potranno girare per Parma con dei mezzi pittoreschi e sicuramente divertenti.

Ma cosa sono i risciò e come funzionano?

I risciò hanno già riscosso un grande successo in altre città italiane come Roma e Milano. Questi mezzi alternativi permettono a chi vuole visitare la città di spostarsi in modo divertente e di evitare il traffico delle ore di punta. Esistono diverse tipologie di risciò, ma quelli che saranno introdotti a Parma saranno di ultima generazione. Dotati di un motore elettrico per fornire la pedalata assistita, i risciò di Parma potranno trasportare due o tre persone e seguiranno dei percorsi ben precisi che permetteranno ai turisti di fare un vero e proprio tour della città. Saranno toccati i monumenti e le attrazioni più importanti, ma non solo. Ricordiamo che Parma è anche stata nominata Città Creativa per la Gastronomia UNESCO: saranno quindi valorizzati anche tutti quei punti d’interesse enogastronomico che devono essere valorizzati.

Quando questo nuovo servizio partirà a settembre quindi ci si potrà godere il fascino di Parma rimanendo comodamente seduti in queste “carrozze di ultima generazione”. Il guidatore condurrà i passeggeri attraverso le vie della città permettendo di ammirare con tranquillità e anche in modo divertente tutte le meraviglie di Parma. Un’iniziativa che sarà sicuramente molto apprezzata non solo dai turisti in visita ma anche da tutti i parmigianini che avranno voglia di riscoprire Parma da un punto di osservazione differente.