Web Project Group ci parla di Posizionamento SEO, una marcia in più per le PMI

870
Forse avrete già sentito parlare di posizionamento SEO, una tecnica strategica e digitale per posizionare i siti web su Google in restituzione a determinate parole chiave nella ricerca dell’utente. Si tratta di molto più che una semplice attività del digital marketing, ma di una vera e propria strategia digitale che porta un notevole aumento di fatturato a chi sceglie di metterla in pratica. Oggi ne parliamo con Maria Paloschi, direttore SEO dell’agenzia Web Project Group® di Padova.

La SEO è una strategia digitale, cosa significa per te questa frase?

La SEO è molto più che un semplice posizionamento su Google di un sito web. La SEO è attenzione, analisi e soprattutto strategia, tentativi e voglia di “sporcarsi le mani”. Fare SEO oggi è diventato sempre più difficile a causa della competitività del mercato, ed è proprio per questo che solamente una SEO strategica può condurre un cliente nei primi risultati di Google. Con SEO strategica intendo una SEO che agisca in concerto con la reputazione online e la UX al fine di portare il cliente all’acquisto finale sul sito web.

L’arte dell’ottimizzazione per i motori di ricerca è un’arte strategica, che comprende una grande attenzione all’esperienza dell’utente finale già dalla sua prima ricerca su Google. Questo vuol dire che non è sufficiente posizionare una parola su Google per poter dire di fare effettivamente SEO, per fare una reale ottimizzazione del sito web per i diversi motori di ricerca è necessario avere una visione d’insieme e una conoscenza certosina del prodotto del cliente al fine di comunicarlo al meglio. Proprio per questo sono state scritte diverse pagine sul collegamento fra SEO e neuromarketing nel mondo.

In che senso si può parlare di SEO e neuromarketing?

Prima di poter sparare è importante capire chi andare a colpire. La maggior parte degli acquisti avviene in modo spontaneo, quasi d’istinto, ed è proprio qui che dobbiamo andare a colpire il nostro probabile cliente: dritto al cuore! In questo caso ci viene in aiuto proprio il neuromarketing che studia i canali di comunicazione più diretti e i procedimenti d’acquisto dei clienti. La SEO, infatti, consiste nello studio delle tecniche decise a portare il cliente a seguire un determinato percorso all’interno del nostro negozio virtuale. Per fare questo è sicuramente essenziale essere posizionati, ma non è tutto. La SEO dovrà agire specialmente sulla reputazione digitale o brand reputation, portando un marchio dall’essere nessuno ad essere qualcuno per la maggior parte delle persone online.

Che consiglio daresti alle PMI del 2021 che vogliono fare SEO?

Affidatevi ad esperti che desiderino crescere insieme a voi, scegliete un’agenzia web che lavori con l’anima per darvi un risultato davvero pensato strategicamente e non un posizionamento fine a se stesso. Cercate un’agenzia SEO strategica che operi considerando tutte le sfaccettature del mondo digitale e non solamente un aspetto dell’immenso maremagnum che è il web. Questo è senza dubbio il miglior consiglio che si possa dare nel 2021 alle PMI italiane in cerca di un posizionamento SEO o di qualsiasi servizio di tipo digitale.