Traslocare all’estero, come fare e a chi affidarsi

Al giorno d’oggi acquistare una casa e stabilirsi per sempre risulta essere un passo sempre più arduo e lontano, per una serie molto lunga di esigenze: costi, stabilizzazioni fisse lavorative, mutui sempre più onerosi e, soprattutto, instabilità e tendenze ai cambiamenti. In una società liquida e contemporanea come quella odierna, in cui le modalità lavorative sono mutate rispetto le generazioni precedenti e, soprattutto, la tecnologia ha permesso l’avvio di modalità lavorative flessibili e da remoto, le persone sono sempre più tendenti all’evoluzione continua, cambiando di conseguenza diverse volte abitazioni e città di residenza nel corso della vita. Tra le più grandi fonti di stress e di preoccupazione per questi cambiamenti, vi è sicuramente l’organizzazione del trasloco, soprattutto se si va a vivere all’estero e se si compie, di fatto, un trasloco internazionale. Le opzioni a disposizione sono plurime, tra cui anche la scelta di un corriere espresso, ma è sempre consigliabile affidarsi a degli esperti del settore, come ad esempio un’azienda di logistica e trasporti, per viaggiare sul sicuro e per non incappare in danni, imbrogli, truffe o errori appunto logistici dovuti alla lunghezza e alla complessità del processo. Scopriamo insieme, nel dettaglio, la prassi da seguire per traslocare all’estero, le modalità e, soprattutto, i consigli e i segreti per traslocare con più tranquillità e con più sicurezza!

I consigli utili per compiere un trasloco internazionale

Uno dei consigli che risulterà inizialmente il più scontato e che, a lungo andare, invece, si rivelerà fondamentale, è proprio quello di compiere un selettivo e folto decluttering degli indumenti e dei mobili da portare con sé. In un trasloco così lungo e delicato, in cui si compie un lungo viaggio e in cui ci si va ad ambientare in un luogo del tutto nuovo, con spazi forse limitati e non ancora ben studiati e con cui si deve acquisire familiarità e dimestichezza, è fortemente consigliato non sovraccaricarsi con eccessivi oggetti ed indumenti, viaggiando con lo stretto necessario e con pesi non eccessivi ed esagerati. In una fase della vita in cui si ricomincia da zero, è consigliato anche per attitudine mentale compiere una cernita di tutto ciò che si rivela essere superfluo, per focalizzarsi lucidamente sull’obiettivo e comprendere di cosa si necessita realmente e cos’è d’indispensabile utilizzo. Poco ma buono ed utile, è il motto perfetto per un trasloco destinato ad andare a buon fine!

L’iter a cui attenersi

Il primo passo da compiere è assolutamente quello di richiedere una consulenza alla realtà di logistica a cui ci si rivolge, come ad esempio la Ndv logistic partner. Ogni trasloco è a sé, in base alle esigenze e alla meta del cliente ma soprattutto in base alla tipologia della merce: è proprio questa ad essere determinante! Bisogna, quindi, parlare con l’expertise del settore e comprendere come meglio muoversi, perché sarà proprio quest’ultimo, in seguito alle variabili soggettive del caso, a fornire le indicazioni giuste per muoversi nel modo più sicuro. Ad esempio, è fortemente consigliato spedire via aerea le merci di alto valore economico, in quanto risulta il metodo più celere e sicuro e meno soggetto a danneggiamenti.

Loading...