Top cucina in quarzo, laminato o acciaio? Guida alla scelta

135

Prima o dopo il quesito sorge spontaneo: quale materiale usare per il piano cottura? Meglio un top cucina in quarzo o una superficie in laminato? Il piano di lavoro è un componente della cucina che deve rispondere a diverse esigenze. Praticità, funzionalità, bellezza sono solo alcune delle caratteristiche che deve possedere. Ogni giorno il top della cucina viene sottoposto a stress, è dunque di fondamentale importanza poter contare su un materiale solido e resistente. Tuttavia, anche l’occhio vuole la sua parte, per questo le superfici della cucina devono anche contribuire a creare un ambiente bello ed elegante. Per il rivestimento della cucina le possibilità sono infinite: gres, acciaio, quarzo, laminato, marmo, agglomerati. La scelta dipende poi dal mood dell’ambiente: un top cucina in quarzo dai toni neutri sarà più indicato in una casa dal sapore moderno, l’acciaio invece troverà spazio in un loft industriale. Scopriamo insieme i materiali più indicati per il top.

Acciaio: per uno stile tech industrial

Funzionale, essenziale, moderno e a prova di batteri. L’acciaio è uno dei materiali più sicuri, basti pensare all’ampio utilizzo nelle cucine professionali. Indistruttibile, ha dalla sua anche una manutenzione piuttosto semplice. Basta un panno morbido imbevuto di acqua e sapone oppure un prodotto specifico. L’acciaio è molto utilizzato anche per le cucine outdoor per la sua capacità di resistere agli agenti atmosferici. Con questo materiale è semplice arredare una cucina dal gusto tech industrial.

Laminato, una certezza

Un grande classico: il laminato è una delle opzioni più apprezzata e utilizzate per il piano di lavoro. Versatile e con un prezzo ragionevole, il laminato ha conquistato numerose aziende di interior design grazie alle sue caratteristiche. C’è da dire che il termine “laminato” raccoglie sotto il suo cappello numerose tipologie di piano. Con laminato si intende una struttura composta da fogli impregnati con resine incollati tra loro. In base alla tipologia di laminato utilizzato avremo una resa diversa sia in termini di estetica che dal punto di vista della resistenza ai graffi, agli urti e alle alte temperature (senza esagerare). Chi sceglie un piano cucina in laminato avrà la possibilità di vedere top di colori, stili e finiture diverse, perfette per qualunque tipo di ambiente. Basta sfogliare un catalogo di cucine per ammirare top in laminato per tutti i gusti. Insomma, il laminato è come un tubino nero: permette di andare sempre sul sicuro.

Top cucina in quarzo: la bellezza al primo posto

Una delle scelte che strizza maggiormente l’occhio all’estetica è quella del top cucina in quarzo. Si tratta di uno dei materiali più amati dai designer per la sua bellezza e per l’effetto che riesce a creare nella stanza. Uno dei vantaggi dell’utilizzo del top cucina in quarzo è infatti la sua capacità di sprigionare luce. La sua luminosità e la sua naturale bellezza lo rendono adatto a diversi tipi di cucina, da quelle classiche alle moderne e dal sapore nordico. Il piano cucina dai toni più chiari dona all’ambiente un fascino unico, ma anche un top cucina in quarzo scuro può essere davvero di grande impatto. Un top in quarzo nero ad esempio può fare davvero la differenza in una cucina.


Loading...