Le tecniche di tricopigmentazione per i problemi di capelli

Da sempre l’uomo va alla ricerca di soluzioni efficaci per ovviare alla problematica della perdita dei capelli, una delle più avvertite in ambito estetico maschile. Nel tempo si sono succeduti vari rimedi e tecniche innovative per provare a porre un argine ad alopecia o calvizie: va detto che ad oggi di rimedi assolutamente efficaci non ve ne sono, o almeno non invasivi.

Questa precisazione deriva dal fatto che, attualmente, chi ha problemi di capelli e vuole superarli deve ricorrere ad interventi come il trapianto chirurgico, che ovviamente è estremamente invasivo ed ha costi piuttosto elevati.

Da qualche tempo chi segue queste tematiche ha iniziato a prendere dimestichezza con il concetto di
tricopigmentazione, nome che indica una vera e propria arte basata sulla pigmentazione della cute. Grosso modo un tatuaggio estetico dei capelli, come si può vedere sul sito di riferimento Tricopigmentazione.org, che consiste nell’introdurre sotto la cute un pigmento di colore per dar vita ad un effetto estetico.
Per le donne il trattamento non rappresenterà una novità dato che è esattamente il medesimo utilizzato nel trucco permanente, ovvero il make up che si va a disegnare sotto la pelle per essere definitivo.

Un rimedio efficace contro la calvizie

Nella tricopigmentazione si procede esattamente nello stesso modo: si vanno ad inserire i pigmenti di colore sotto la cute in prossimità del cuoio capelluto andando in sostanza a disegnare i capelli mancanti. Un effetto che viene definito camouflage, perché non si avranno ovviamente i capelli naturali, ma si andranno ad integrare quelli rimasti con altri ricreati ad arte grazie alla tecnica della pigmentazione della cute.
Un trattamento che sta iniziando a dare risultati soddisfacenti dopo un prima generazione caratterizzata da effetti estetici non sempre ottimali; ovviamente a fare la differenza è anche la mano del professionista al quale ci si rivolge visto che la bravura del dermopigmentista può essere un elemento di discrimine.
Così come, parlando di sicurezza per il cliente che richiede un trattamento di tricopigmentazione, di assoluta importanza è rivolgersi a centri professionali, specializzati in questo rimedio e che utilizzino esclusivamente pigmenti di colore anallergici, garantiti dal ministero della Salute.
Questo intervento va quindi a porsi nel novero dei trattamenti contro la calvizie per contrastare la perdita dei capelli nell’uomo. Una soluzione recente, di ultima generazione, che sta iniziando a garantire risultati soddisfacenti dal punto di vista estetico, con il vantaggio di non essere un approccio invasivi, come lo è ad esempio il trapianto di capelli.  


Loading...