Le eccellenze enogastronomiche del Trenino: ecco quali sono

88

L’Italia è un vero e proprio concentrato di prodotti enogastronomici, che vengono invidiati in tutto il mondo. Di fatto, ogni regione ha qualcosa di tipico e di unico, che non è possibile riscontrare da nessun altra parte e che permette agli amanti della buona tavola di allietare il palato con proposte sempre nuove. Per trovare, però, sapori inaspettati e profumi inebrianti ed avvolgenti, il Trentino Alto Adige è l’ideale.

Del resto, si tratta di una terra che ha subito diverse dominazioni, che hanno portato a delle interessanti contaminazioni. I richiami maggiori si hanno con le preparazioni austriache e tirolesi, vista l’innegabile vicinanza geografica, ma non mancano accezioni veneziane e venete.

A fare la differenza sono i prodotti del territorio, che rappresentano in molti casi delle vere e proprie eccellenze, che vengono gelosamente salvaguardate. Il merito è anche della natura incontaminata, nonché della passione e delle scelte fatte dai coltivatori e dagli allevatori, che sono sempre votate al rispetto del territorio, nonché alla costante ricerca della qualità.

I prodotti della vite: i vini e le grappe trentine

La viticoltura ha conosciuto il suo primo importante sviluppo in Trentino durante il dominio di Roma, anche se le prime vere coltivazioni risalgono all’epoca degli Etruschi. Dopo un momentaneo arresto dovuto alle devastazioni barbariche, la coltivazione della vite riprese grazie all’opera dei monaci, soprattutto dei benedettini e degli agostiniani. Attualmente, il Trentino presenta numerose cantine, che propongono alcune delle eccellenze, che vengono invidiate, non solo nel resto d’Italia, ma anche in tutto il mondo.

Particolarmente rinomata è la Cantina Endrizzi, che è nata nel 1885 in località Masetto, dove ancora oggi ha sede. Inutile dire che tra i fiori all’occhiello della produzione c’è proprio la linea Masetto, che si caratterizza soprattutto per il Teroldego, che viene riproposto in incredibili declinazioni.

Tuttavia, questa importante cantina, che guarda costantemente al futuro e che ha pieno rispetto della natura, propone anche un altro prodotto di grande prestigio il Trentodoc, secondo il vero Metodo Classico Trentino. Degna di nota, però, è anche la produzione delle grappe, che prevede l’utilizzo di vinacce di Teroldego, Chardonnay, Cabernet Sauvignon e Gewürztraminer. Per reperire ulteriori informazioni su questa cantina ed i suoi incredibili prodotti, basta visitare il sito endrizzi.it vini trentini.

Ingredienti e pietanze locali: le proposte della tradizione

La cucina trentina è stata fortemente influenzata, per ragioni geografiche, dalla cucina austriaca ed ancor più da quella tirolese. Di fatto, si può parlare di una “gastronomia di confine“, in cui non è sempre facile ritrovare la reale paternità di una ricetta o di una preparazione. In generale, i piatti tipici trentini sono realizzati cin ingredienti semplici, offerti dal territorio, come miele, frutti rossi, mele, speck e tanto altro.

Ma quali sono le pietanze per eccellenza che vale la pena di assaporare? Elencarle tutte non è possibile, poiché sono davvero tante. Tuttavia, molto interessanti sono gli spätzle, dei piccoli gnocchetti a base di farina, uova ed acqua, che vengono serviti con un po’ di burro e formaggio o con panna e speck.

Uno dei piatti più famosi sono, però, i canederli, che sono degli gnocchi di grandi dimensioni realizzati con pane raffermo, formaggio, erbette ed affettati. Tuttavia, bisogna ricordare anche la polenta, la carne salada e lo strudel di mele, che ogni famiglia realizza a suo modo.

Loading...