Guida all’acquisto dell’estrattore di succo professionale

Se hai deciso di dotare la tua cucina di un buon estrattore di succo devi assolutamente seguire i nostri consigli prima di procedere all’acquisto. In questo modo ti assicurerai un buon modello pagando il giusto prezzo e sarai felice e soddisfatto del tuo nuovo acquisto. Dacci fiducia e continua a leggere i nostri consigli per l’acquisto degli estrattori professionali per il tuo locale o per la tua attività. 

Caratteristiche di un buon estrattore di succo

L’estrattore di succo è un elettrodomestico che estrae i succhi tramite un motore ed una coclea e lo fa separandoli delicatamente dalla buccia e dalla polpa. Un buon estrattore di succo professionale svolge lo stesso compito ma deve essere preparato a farlo di continuo e a reggere i ritmi intensi di un’attività aperta al pubblico. A differenza di quello domestico, quindi, deve poter sopportare un maggiore carico di lavoro e, per questo, gli estrattori di succo professionali sono decisamente più costosi di quelli domestici. La ragione deriva proprio dal fatto che la struttura è ideata per non surriscaldarsi troppo pur lavorando a pieno regime. Quindi le prime cose importanti da osservare in un estrattore di succo professionale sono:

  • Potenza elettrica e numero di giri del motore
  • Conformazione della coclea
  • Grandezza della bocca di immissione dei vegetali
  • Grandezza e conformazione dei filtri
  • Praticità di montaggio e smontaggio per le operazioni di pulizia
  • Plastiche con cui è realizzato

Potenza, motore e coclea: le parti più importanti dell’estrattore di succo

La potenza elettrica e il numero di giri del motore ti fanno capire se il modello che sei in procinto di acquistare sia effettivamente capace di estrarre grandi quantità di succhi ed in maniera continuativa senza surriscaldarsi. Il riscaldamento dell’estrattore di succo è un fattore negativo che danneggia le proteine vegetali e i nutrienti contenuti in frutta e verdura, notoriamente sensibili al calore. Questo dipende anche dalla buona fattura della coclea, una componente a forma di spirale che è la vera protagonista di tutto l’elettrodomestico perché è il pezzo che, girando, estrae i succhi dal resto. 

L’importanza di inserire i vegetali nell’estrattore senza tagliarli in pezzi

La grandezza della bocca di immissione deve poter contenere frutta e verdura senza che questa sia stata preventivamente tagliata o sbucciata. Come mai? Innanzitutto per un’attività commerciale tagliere e sbucciare la frutta è una grande perdita di tempo, soprattutto se il locale è molto affollato. Inoltre il taglio distrugge le proteine e i nutrienti dei vegetali, proprio come fa il calore. Un buon estrattore di succo professionale, quindi, deve poter prevedere la possibilità di inserire i vegetali interi, solamente lavati all’esterno sotto acqua fresca corrente. 

Facilità di pulizia degli estrattori professionali e domestici: perché conta?

Ci sono poi altri aspetti da considerare che riguardano la qualità dei succhi estratti come anche le operazioni di montaggio e smontaggio per la pulizia. Un buon estrattore professionale deve risultare pratico da pulire e non deve portare via troppo tempo per le operazioni di routine come appunto lo smontaggio ed il montaggio. Assicurati che sia pratico e dotato di apposite spazzole delicate per rimuovere i pezzi di frutta e verdura senza insistere troppo con detergenti e sgrassatori aggressivi. 

Plastiche non tossiche e qualità dei materiali

Considera anche i materiali di produzione, che sono un punto di cruciale importanza sia per chi desidera acquistare un estrattore di succo domestico che un modello professionale. Le plastiche devono rigorosamente essere certificate per il contatto con gli alimenti dalla sigla BPA FREE. Questo significa che sono plastiche che non rilasciano sostanze tossiche quando i succhi e le polpe passano dentro l’estrattore di ed è importante anche per il rispetto delle norme igieniche e sanitarie a cui sono esposti gli esercizi commerciali aperti al pubblico. Di solito questa dicitura è riportata anche sullo stesso estrattore di succo e sull’involucro ma non costituisce un vero e proprio obbligo di scelta. Difatti nell’industria europea i soli prodotti che devono essere rigorosamente privi di Bisfenolo sono quelli per i neonati. A tale proposito prediligi estrattori di succo i cui materiali di costruzione siano caratterizzati anche da acciaio inossidabile, decisamente più igienico e pratico da pulire, sebbene sia lievemente più costoso. Per la tua attività è preferibile spendere qualcosa in più una sola volta che dover ricorrere a spese di riparazione e sostituzione scegliendo prodotti economici e non affidabili.  


Loading...