Gli sport da praticare ad Andalo e sulla Paganella per una gita fuori porta diversa dal solito

18

I percorsi trekking anche per le famiglie

Le escursioni e il trekking sono una delle principali attività sportive che il territorio della Paganella propone con percorsi di diverso livello di difficoltà, iniziando con comode passeggiate adatte anche alle famiglie con bambini piccoli nel passeggino fino a itinerari più impegnativi. Il Sentiero delle Aquile si snoda verso la cima della Paganella, portando all’inizio di una ferrata che è indicata solo per i più esperti. Chi desidera scoprire la bellezza della flora di alta montagna può limitarsi al sentiero che ha una difficoltà medio – bassa. I chilometri da percorrere sono meno di 3 e il tempo necessario è di circa un’ora e mezza. Si tratta di un itinerario circolare che inizia dall’arrivo della seggiovia sulla Paganella.

Il primo tratto è un po’ difficile perché a strapiombo, permette però una visuale mozzafiato sulla valle sottostante. Le famiglie con bambini possono evitare il primo tratto prendendo il sentiero 602. La seconda parte del sentiero è molto più ampia e si può anche organizzare un piccolo pic nic, sempre rispettando la natura e l’ambiente. Dopo di che si giunge al Trono delle Aquile; un punto panoramico da cui ammirare tutte le valli circostanti. Invece di arrivare in vetta tramite la ferrata, si può prendere il sentiero botanico per tornare al punto di partenza.

Tutto quello che serve ai bikers

Andalo si trova al centro dell’area Dolomiti PaganellaBike da dove iniziano moltissimi itinerari per mountain bike, diventando così un luogo perfetto per le vacanze in bici / mtb. Da Andalo si raggiungono tutti i punti di partenza degli itinerari, avendo anche servizi come le guide, scontistiche, bus navetta etc. Un’idea per fare un primo giro in mountain bike potrebbe essere quella di percorrere l’anello che da Andalo passa per Molveno e porta al Dosson. Si tratta di circa 20 chilometri da fare in più o meno 4 ore sfruttando anche la meravigliosa ciclopedonale tra i boschi di latifoglie e aghifoglie.

Questo è un percorso perfetto anche per le giornate più calde grazie al passaggio nel bosco dove le temperature sono più miti. Da Andalo si va verso località Maso Toscano, dove il falso piano offre una vista panoramica perfetta per i selfie. Dopo aver passato il Pian del Dosso fiancheggiando l’impianto di risalita, si arriva alla fonte Acqua delle Scudelle con della freschissima acqua di montagna, perfetta per riempire le borracce. A questo punto si scende fino a Molveno e da lì bastano altri 10 chilometri per tornare al centro di Andalo.

Se mancano poi le idee per il pernotto, si possono trovare molte strutture:

Le pareti di roccia tra le Dolomiti

La parete naturale del Sasadei è perfetta per chi desidera praticare l’arrampicata e il climbing all’aria aperta, in uno scenario spettacolare immerso tra le vette delle Dolomiti del Brenta, patrimonio dell’umanità secondo l’Unesco. Questa falesia è situata a brevissima distanza dal Castel Belfort di Andalo, subito dopo il parco faunistico di Spormaggiore. Il fatto che questa parete sia poco frequentata, la rende perfetta per fare sport in tranquillità e in silenzio, ascoltando i rumori del bosco alle proprie spalle.