Come traslocare le utenze di casa

131

Quando cambi casa non devi solo portare via gli oggetti che hai. Devi occuparti anche di tante altre piccole cose e tra queste troviamo il traslocare le utenze. In questo articolo mi occupo di spiegarti proprio come funziona questo aspetto.

Devi sapere infatti che non hai assolutamente bisogno di rifare il contratto con le imprese ogni volta che cambi casa. Questo discorso è valido tanto per la fornitura di energia elettrica, di acqua e di gas. Così come quello della connessione a internet e del telefono. Sono tutte cose che cambiano di casa con te!

Come effettuare il trasferimento delle utenze di casa

Quando devi fare traslochi Roma Eur devi appunto traslocare anche le utenze di casa. Ricordati infatti che il contratto è collegato alla tua persona, però ovviamente i fornitori di luce, acqua, gas e internet non possono sapere ogni volta che tu cambi casa dove andrai. Devi essere tu a telefonare e comunicare a ognuna di loro la nuova posizione.  E devi riuscire a farlo nei tempi giusti il cambio di residenza.

Il primo consiglio che ti do quindi è di iniziare con largo anticipo. Dovrai infatti informarti se la casa dove inizierai a vivere di qui a poco ha già tutte le allacciature. Se così non fosse hai un problema tecnico importante da risolvere, perché devi occuparti anche del collegamento dell’impianto alla distribuzione.

Probabilmente però stai facendo un trasloco in una casa che era già abitata, se così è, significa che gli allacci ci sono già. Se hai comprato una casa nuova invece, potrebbero esserci questi tipi di imprevisti da affrontare. In questo caso assicurati che gli impianti siano funzionanti e dopo fai eseguire l’allaccio e il posizionamento dei nuovi contatori o qualsiasi sia il registratore di consumo utilizzato.

Ti consiglio comunque di metterti a lavoro in tempo perché traslocare le utenze richiede da una settimana a due mesi. Due mesi ovviamente in casi limiti, di solito il tutto è molto più veloce. Però è meglio non correre rischi, altrimenti potresti non riuscire a utilizzare luce e gas appena entri a vivere nella nuova casa. Ogni fornitore a tempi differenti, perciò ti suggerisco di chiamare ognuno di loro per sapere sia i tempi che i costi. Perché ovviamente non si tratta di un procedimento gratuito.

Per risparmiare soldi ma soprattutto tempo, ti suggerisco di fare la voltura. Si tratta di un passaggio dal vecchio inquilino o proprietario di casa a te. In pratica mantieni le stesse condizioni contrattuali e il passaggio avviene senza che vi sia un blocco delle forniture. Se invece effettui la condizione di subentro, il contatore verrà disattivato dal proprietario vecchio e dovrai attivarlo tu di nuovo. Anche in questo caso si parla di tempi abbastanza rapidi, a differenza di allacci o attivazioni.

Potresti infatti non essere capace di eseguire la voltura quando la casa è restata disabitata per un po’ di tempo e allora il proprietario aveva fatto bloccare tutte le forniture.