Quando usare Levopraid e come assumerlo

122

Bisogna parlare dei farmaci in modo molto cauto. Spesso infatti le persone hanno la tendenza a volersi auto curare, senza ricorrere al parere del medico. Come accade però nel caso di Levopraid ( https://www.ilmediconline.it/levopraid/ ) e tanti altri farmaci, non è possibile comprarli senza la ricetta del medico. Oggi parliamo proprio di questo farmaco molto usato perché può essere di grande aiuto in vari tipi di disturbi.

Il principio attivo alla base di questo farmaco è il Levosulpiride. In base al disturbo da curare ovviamente cambiano i dosaggi del farmaco. Mentre per esempio è utile a dosaggi minimi contro i problemi che riguardano la digestione, diventa un ottimo alleato a dosaggi più alti contro la depressione e l’ansia.

Quando usare Levopraid

Il vostro medico potrebbe decidere di prescrivervi Levopraid in diverse occasioni, molto diverse tra di loro. Per esempio viene ritenuto un ottimo medicinale se soffrite di meteorismo, di eruttazione, diarrea e stipsi, tensione gastrica, pirosi e anoressia.  Il medico potrebbe decidere di prescrivervi Levopraid anche in altre occasioni, come per esempio se soffrite di cefalea e emicrania, oppure vertigini, ancora in caso di forti casi di ansia, schizofrenia, eiaculazione precoce, depressione e anche per contrastare effetti collaterali del post operatorio come vomito e nausea.

Come assumere Levopraid

Il medico una volta che ha analizzato la vostra situazione valuta se somministrarvi Levopraid e in quali dosi. Per prima cosa sono tre le formule di assunzione. Potete assumerlo in compresse, gocce o fiala iniettabile. Il medico vi prescrivere quello migliore per voi e nelle quantità giuste.

Per Levopraid da 25 mg ci sono le compresse vanno mediamente assunte tre volte al giorno, 1 a volta. Sempre prima dei pasti. Se invece vi ha prescritto le gocce, sempre 3 volte al giorno, 15 gocce a volta. Ancora una volta prima dei pasti. Infine c’è la fiala iniettabile, in questo caso 2 o 3 volte al giorno. Viene usato soprattutto per trattare i problemi digestivi e gastrici.

Per Levopraid 50 c’è la fiala da prendere 1 o 2 volte al giorni. Per Levopraid da 100 ml ci sono le compresse, da prendere 2 o 3 al giorno. Vengono entrambi somministrati soprattutto per trattare ansia e depressione.

Ci sono effetti collaterali?

Come accade un po’ per tutti i medicinali, non mancano gli effetti collaterali e indesiderati. Può infatti provocare tachicardia, cambiamenti della libido, disturbi neurovetativi, eccitazione, tremore, amenorrea, galattorrea….

Alcune persone hanno riscontrato come effetto collaterale l’aumento di peso. Di base non fa ingrassare questo farmaco ma alcuni pazienti effettivamente possono vedere un aumento del peso corporeo anche ciò non è collegato in modo diretto all’assunzione del farmaco. Anzi, la “causa” sta in un miglioramento della salute che porta a mangiare di più visto l’attenuarsi dei disturbi.

Ricordatevi infine che può interferire con altri medicinali. Perciò informate il medico di cosa state assumendo per capire se possono esserci interazioni. Le più note sono quelle con gli psicofarmaci.