Pulire i sanitari ingialliti o valutarne la sostituzione

177

Quello dei sanitari del bagno ingialliti è un problema che può presentarsi quando ereditiamo una casa o acquistiamo un immobile particolarmente datato che non è stato trattato con cura e i cui sanitari non sono mai stati cambiati nel tempo. Se il nostro budget per il momento non ci permette la sostituzione dei sanitari, possiamo pulire i sanitari ingialliti nella maniera adeguata.

Con il passare degli anni macchie gialle e incrostazioni sedimentano sui nostri sanitari e non sempre i prodotti detergenti comuni si rivelano efficaci a risolvere il problema. Bicarbonato e aceto bianco sono un ottimo rimedio per pulire i sanitari ingialliti e farli tornare a risplendere. Basta cospargere i sanitari con il bicarbonato quindi mettere l’aceto bianco in un contenitore spray e spruzzarlo sulle parti ricoperte di bicarbonato. Le incrostazioni e le macchie gialle verranno eliminate.

Per disinfettare e disincrostare il water potete versarvi dentro 100 grammi di  bicarbonato e 100 grammi di sale grosso. Utilizzate quindi lo scopino a fondo, sulla parte interna e sotto i bordi del wc. Lasciando agire tutta la notte, al mattino, all’atto di tirare lo scarico, ritroverete un sanitario bianco e pulito.

Per sbiancare i sanitari potete combinare un bicchiere di acido citrico con 10 ml di detersivo per i piatti al limone in una soluzione da adoperare come un normale detergente per pulire il wc, il bidet o il lavabo. Ottima alternativa allo stesso scopo è anche una miscela di sale e succo di limone, da lasciare agire per qualche minuto e risciacquare.

Quelli ora descritti sono tutti rimedi naturali efficaci per pulire sanitari ingialliti nel caso non si possa provvedere alla sostituzione degli stessi. Se invece il budget ce lo permette possiamo iniziare a raccogliere informazioni sui tipi di sanitari che potrebbero sostituire i nostri usurati.

Valutare la sostituzione dei sanitari

Abbiamo visto come porre rimedio a sanitari ingialliti dall’usura del tempo, dalla scarsa manutenzione, dalla formazione di incrostazioni. Se la situazione diventa però per noi insostenibile e le risorse economiche ce lo permettono, possiamo valutare la sostituzione dei sanitari. Innanzitutto è importante comprendere tra quali tipologie di sanitari è possibile orientare la propria scelta, che deve sempre armonizzarsi con l’ambiente circostante.

Certo bisogna però anche essere pratici, valutare attentamente misurazioni, evitare acquisti impulsivi, informarsi bene tramite professionisti specializzati quindi effettuare la propria scelta.

Scegliere i sanitari

Se vogliamo sostituire i sanitari del bagno possiamo scegliere tra tre tipologie differenti: quelli sospesi, pratici e  leggeri, che possono essere puliti facilmente e vengono fissati alla parete di appoggio del muro del bagno. Sono però installabili esclusivamente in caso di scarico a parete.

Possiamo andare sul classico e su prezzi contenuti con i sanitari da appoggio a terra collegati direttamente allo scarico a terra nel pavimento, addossati alla parete o collegati a questa a mezzo tubatura a vista.

Ci sono poi i sanitari da bagno a filo muro, che si adattano a qualsiasi posizione dello scarico, compromesso tra i sanitari sospesi e quelli da appoggio.

 

 

 

 

 

 

 


Loading...