Il 24 novembre nuova Domenica Ecologica a Parma: limiti e divieti

136
Domenica-ecologica-parma-24-novembre

Il 24 novembre scatta una nuova domenica ecologica a Parma, come previsto dal PAIR (Piano Aria Integrato Regionale 2020) e si dovranno quindi rispettare i limiti alla circolazione ed i divieti previsti. Ormai tutti i cittadini si sono abituati a ritorno dei blocchi antismog e con la recente ufficializzazione della candidatura di Parma a Capitale Verde Europea il rispetto di tali limiti diventa ancora più importante. Le domeniche ecologiche stanno diventando un’abitudine per i parmigiani: ne sono previste 2 al mese fino al 31 marzo 2020 e se ne sono susseguite già diverse nelle scorse settimane. Vale la pena però ribadire l’importanza del rispetto dei divieti imposti dal PAIR in queste giornate, perchè fondamentali per ridurre l’inquinamento atmosferico in una bellissima città come Parma.

Quella di domenica 24 novembre sarà per la precisione la sesta domenica ecologica. Vediamo nel dettaglio ancora per una volta quali saranno gli obblighi ed i divieti da rispettare in questa occasione e come comportarsi per evitare sanzioni.

Domenica ecologica 24 novembre: limiti alla circolazione dei veicoli

I limit alla circolazione dei veicoli previsti il 24 novembre in occasione della sesta domenica ecologica interessano tutta l’area compresa entro l’anello della tangenziale di Parma, dalle ore 8.30 del mattino alle ore 19.30. Non potranno circolare le seguenti tipologie di veicoli:

  • Veicoli alimentati a diesel Euro 3 e precedenti;
  • Veicoli alimentati a benzina pre-Euro ed Euro 1;
  • Cicli e motocicli Pre-Euro.

Potranno invece circolare liberamente senza limitazioni i seguenti veicoli:

  • Veicoli Diesel Euro 4 e superiori;
  • Veicoli a benzina Euro 2 e superiori;
  • Veicoli elettrici o ibridi;
  • Veicoli alimentati a Gpl e metano.
  • Cicli e motocicli Euro 1 e superiori.

Ricordiamo inoltre che sono previste speciali deroghe per situazioni particolari e che quindi potranno circolare liberamente anche i seguenti veicoli:

  • Veicoli che trasportano persone portatrici di handicap;
  • Veicoli di persone che svolgono attività sanitarie;
  • Veicoli appartenenti a famiglie con fascia Isee inferiore ai 14.000 euro;
  • Veicoli che trasportano merci deperibili;
  • Veicoli diretti ad hotel e a strutture turistiche;
  • Automobili con almeno 3 persone a bordo (car pooling);
  • Altri veicoli indicati nell’ordinanza comunale consultabile sul sito del Comune di Parma.

Sanzioni previste per i trasgressori

Per coloro che fossero colti a trasgredire i limiti alla circolazione previsti in occasione della domenica ecologica del 24 novembre è prevista una sanzione amministrativa pari a 164 euro, con possibilità di riduzione se pagata entro 5 giorni dalla notifica.

Va precisato che il rispetto delle limitazioni al traffico previste dovrebbe essere una priorità per tutti i cittadini perchè questi provvedimenti sono stati presi anche e soprattutto per tutelare la salute di coloro che vivono a Parma. L’inquinamento ed i livelli di smog presenti in città sono purtroppo spesso superiori ai limiti anche se si stanno compiendo dei grandi passi in avanti in questa direzione. Non rispettare i divieti della domenica ecologica significa quindi in primis non rispettare la propria e l’altrui salute. Si tratta perciò di un dovere morale e civile per tutti i cittadini di Parma, che possono solamente trarre giovamento da una riduzione dei livelli di PM10 nell’aria che respirano tutti i giorni. Questa meravigliosa città merita di essere vivibile e più sana per tutta la collettività.

Loading...