I piatti tipici della tradizione gastronomica romana

Roma è la capitale d’Italia e del mondo intero! L’urbs aeterna… Romae caput mundi! Un microcosmo a parte che strega e cattura il turismo globale. Si tratta del comune più grande d’Italia – nonché del terzo più grande d’Europa dopo Berlino e Madrid – e per questo è diviso in più di 600 frazioni, le quali contengono a loro volta tutti gli uffici pubblici, le onoranze funebri Roma, le scuole e le attività per vivere.

Nonostante questa suddivisione, ogni frazione è accomunata da un patrimonio storico, culturale e culinario veramente tipico ed incisivo. I turisti di tutto il mondo giungono a Roma sicuramente per visitare i reperti storici, le strutture protette dall’Unesco, le vie di Roma Nord gremite di lussi e di bellezze ma anche e soprattutto per assaggiare i gusti saporiti, salati e incisivi della cucina romana! Tra i piatti della tradizione culinaria di Roma Capitale spiccano i bucatini all’amatriciana, i tonnarelli cacio e pepe, la gricia, i rigatoni con la pajata, il maritozzo, il supplì, gnocchi alla romana, il carciofo romano fritto, la trippa, l’abbacchio e i famigerati rigatoni alla carbonara! 

I segreti per cucinare una pasta alla carbonara ad hoc!

La preparazione della carbonara si è diffusa lungo tutto il tacco del Bel Paese ed ha superato anche i confini internazionali. Data la presenza dell’uovo crudo, in base alle Regioni sono state apportate differenti modifiche alla ricetta originale. Ma la vera carbonara, quella con la “C” maiuscola e da romani veraci di borgata, deve essere preparata in un modo pedissequo ed attento ed alcuni passaggi, segreti e trucchetti sono imprescindibili per una buona realizzazione del piatto.

L’uovo deve mantenere la sua consistenza cremosa, perciò non deve essere né cotto né strapazzato. Deve essere usato il guanciale di Amatrice, i cubetti di pancetta sono assolutamente vietati. Si usa il pecorino e non il parmigiano, quest’ultimo viene aggiunto in piccole quantità soltanto se il pecorino è molto stagionato e quindi più sapido. Tra i formati di pasta è preferibile usare i bucatini, i rigatoni o le mezze maniche rigate.  

La ricetta della carbonara

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 400g di pasta (calcolando 100g a persona)
  • · 150/200g di guanciale
  • 6 tuorli di uova fresche
  • 100g di pecorino romano
  • Sale q.b
  • Pepe macinato q.b

PREPARAZIONE

· Bollire la pasta in cui si cuocerà la pasta e intanto tagliare il guanciale a listarelle e metterlo a dorare in una padella antiaderente. Questa non deve contenere né buro né olio, infatti nella carbonara è vietato il soffritto. Mai metter aglio e cipolla!

 Mentre la pasta è in fase di cottura, spegnere il fuoco della padella in cui si è cotto il guanciale e in cui si è sciolto il suo grasso. Tuffare la pasta proprio in tale padella, amalgamando con la crema del grasso del guanciale la crema di uovo. 

Questa si prepara sbattendo i tuorli con il pecorino, il pepe, il sale e l’acqua di cottura.  L’aggiunto di quest’ultimo ingrediente è il segreto per ottenere una consistenza perfetta. Aggiungere il guanciale verso la fine e spolverare il tutto con abbondante pecorino e abbondante pepe. 

Loading...