Vacanze in aereo “stressanti” per molti italiani 

La vacanza è senza alcun dubbio il momento che tantissime persone aspettano per un anno intero: relax, nuovi posti e momenti letteralmente indimenticabili. Ma occhio a fare attenzione ad alcuni elementi che potrebbero rendere la vacanza un vero e proprio incubo. 

Paura di volare: perché è importante superarla

Con l’arrivo dell’estate le persone iniziano a pensare alle vacanze, a nuovi posti da visitare e di cui scoprire i lati più particolari. 

Il turismo è perciò qualcosa che non può che fare bene all’umore, alla psiche e anche al corpo. Ma è bene tener presente alcune cose importanti per evitare che il momento della vacanza possa tramutarsi in qualcosa di negativo. 

In alcuni casi la paura potrebbe farla da padrona assoluta: motivo per cui si può parlare di coloro che hanno la fobia di volare in aereo. 

Sono sempre di più le mete raggiungibili in maniera rapida mediante questo mezzo di trasporto, ma nel contempo ci sono tante persone che non riescono a ben approcciare con esso. 

Un esempio celebre di questa paura che può tramutarsi in autentico panico è la cantante Giorgia. Più volte nel corso delle sue interviste ha parlato di quanto questa sua paura sia stata limitante nel corso della sua vita. 

Addirittura Giorgia ha ammesso di aver perso delle ottime opportunità di lavoro per via della fobia di prendere l’aereo. Più tentativi ha fatto per superarla, riuscendoci anche, ma senza mai sconfiggerla del tutto. Ora il suo impegno è quello di far viaggiare in aereo il proprio figlio in maniera tale da non fargli vivere la sua stessa paura. 

Dimostrazione di quanto un viaggio possa essere tramutato in qualcosa di negativo e di pesante.

Ma non bisogna certo pensare che questa paura sia insuperabile. Utilizzando degli accorgimenti si può concretamente dire addio alla fobia dell’aereo e godersi un viaggio tra le nuvole che potrà rivelarsi un’esperienza spettacolare. 

La prima cosa da fare è informarsi in quanto il mezzo di trasporto più sicuro è proprio l’aereo, addirittura 65 volte in più rispetto all’automobile. 

Senza dimenticare che, soprattutto chi viaggia in compagnia, farebbe bene a parlare col personale a bordo e con i compagni di viaggio della propria paura. In questo modo durante il volo sapranno come far distrarre la persona senza far accusare minimamente ansie legate all’aereo. 

Grande attenzione va fatta anche al cibo, evitando di esagerare prima di volare e consumare caffé potrebbe risultare molto deleterio. Meglio optare per acqua, qualcosa di zuccherino e si è pronti per volare. 

Nessuna ansia anche per quanto concerne le turbolenze che sono normalissime: le si potrebbe paragonare ai dossi che vengono calpestati dall’auto durante il suo percorso. 

Il terrore del bagaglio smarrito

Un altro imprevisto che potrebbe far diventare le vacanze un vero e proprio incubo è il pericolo di smarrire il proprio bagaglio. 

Dando un’occhiata ad alcune statistiche che sono state pubblicate dalla SITA (Sociètè Internationale de Tèlècommunications Aèronatiques) si può notare come ci siano una serie di fattori che determinano lo smarrimento del bagaglio. 

Al primo posto, con una percentuale del 48% c’è l’errore nella fase di trasferimento, quindi per via di coincidenze o cambi di aereo. Per il 17% la causa potrebbe essere un mancato caricamento sul volo da parte dello staff della compagnia aerea, fino ad arrivare ad un 13% determinato da motivi di sicurezza o scambi di valigie. In percentuale minore ci sono poi errori in aeroporto o dogana per via di fattori meteo o anche quelli nell’aeroporto di destinazione, passando poi per etichette sbagliate. 

Vi è comunque una buona possibilità di scongiurare che venga smarrito se non potete portare il proprio bagaglio sull’aereo per via del peso. Considerate che si può evitare di chiedere che il bagaglio venga inviato direttamente a destinazione qualora il volo preveda degli scali. Così come la cosa migliore potrebbe rivelarsi quella di personalizzare i propri bagagli in modo da renderli facilmente riconoscibili in caso di errori. 

Un’abitudine scorretta che molti hanno è anche quella di non staccare le etichette degli aeroporti dalla propria valigia. Per alcuni sono un vero e proprio souvenir, eppure bisogna considerare che in fase di imbarco potrebbero essere proprio le etichette numerose presenti sulla valigia a causare un errore e quindi lo smarrimento.

Loading...