Pensioni Quota 100: arrivati ieri i primi assegni dall’Inps, anche a Parma

286
Pensioni-quota-100

Ieri è stato un giorno importante, per i primi “quotisti” che hanno visto arrivare il tanto atteso assegno pensionistico da parte dell’Inps. A partire dal 1° aprile 2019 infatti, come da promesse, si è assistito alla prima ondata di pensioni quota 100: sono state 25.000 le persone che hanno ricevuto la prima mensilità. Secondo i primi dati, sembra che siano stati soprattutto i lavoratori del nord e del centro Italia a fare domanda per la pensione anticipata con Quota 100, mentre al sud le richieste sono state di meno. Le domande pervenute a Parma sono state 700, ma in tutta l’Emilia Romagna parliamo di cifre decisamente importanti. Sono infatti in tutto 1.956 coloro che in regione andranno in pensione grazie a questa misura di governo. La prima finestra si è aperta per chi ha raggiunto almeno 62 anni di età e 38 anni di contributi versati, ma non tutti i lavoratori ne hanno potuto beneficiare sin da subito.

Ieri è stato il primo turno: quello che comprendeva i lavoratori dipendenti del settore privato, i commercianti, i coltivatori e gli artigiani. I dipendenti pubblici che hanno fatto domanda per le pensioni Quota 100 dovranno invece attendere fino al 1° agosto per ricevere il loro primo assegno. Ancora più pazienza dovranno avere insegnanti e professori, che non potranno andare in pensione prima di settembre. Dopo il Reddito di Cittadinanza, comunque, anche questa misura è andata a buon fine.

Pensioni Quota 100: la situazione in Emilia Romagna

Per quanto riguarda la regione Emilia Romagna le prime stime sulle pensioni Quota 100 parlano chiaro e mettono in evidenza una maggioranza netta di pensionati uomini. Sono infatti 1.711 i dipendenti di sesso maschile che hanno fatto domanda e che a partire da ieri hanno ricevuto il primo assegno pensionistico dall’Inps. Le donne invece sono solamente 245: pochissime se confrontate con il numero degli uomini! C’è però da dire che in molte del gentil sesso sono dipendenti pubbliche e lavorano nelle scuole: prima di settembre quindi non è il caso di fare stime troppo precise perchè ci aspettiamo che i numeri cambino notevolmente.

Per quanto riguarda la differenze tra le varie città dell’Emilia Romagna, secondo i dati dell’Inps aggiornati qualche giorno fa Bologna è in testa per numero di richieste: sono stati in 1.773 a richiedere le pensioni con Quota 100. A seguire troviamo Modena, con 1.122 domande e Reggio Emilia con 832 richieste. A Parma hanno presentato domanda per Quota 100 in 700 persone.

Pensioni Quota 100: come fare domanda

Per fare domanda per le pensioni Quota 100 è possibile compilare l’apposito modulo che si trova online, ma a quanto pare sono stati in pochi ad affidarsi al fai da te. La maggior parte dei lavoratori ha preferito rivolgersi ai patronati o agli altri soggetti abilitati, anche perchè fino all’ultimo minuto le cose non erano proprio chiarissime. Questa misura sembra essere stata gradita da molti lavoratori, specialmente da coloro che praticavano ormai da diversi anni mansioni usuranti.

La confusione c’è sicuramente stata e per diverse settimane non si è capito poi molto in merito a tutta la questione delle Pensioni Quota 100. Adesso però, con l’arrivo dei primi assegni pensionisti da parte dell’Inps, sembra che le cose siano finalmente diventate più concrete ed i diretti interessati ne sono contenti.