Calciomercato Parma, molti dubbi ed una sola probabile certezza: Wylan Cyprien

Il mercato del Parma, complici anche i tanti riscatti obbligatori previsti (Inglese, Karamoh, Sepe, Grassi, Hernani e Kurtic), non ha portato ad una significativa rivoluzione della rosa, nonostante il cambio di guida di tecnica poteva portare ad un cambiamento della fisionomia della squadra.  

Nella rosa di Liverani, infatti, sono ancora presenti due giocatori come Gervinho e Karamoh, in predicato di essere ceduti in quanto ritenuti potenzialmente inadatti al nuovo corso tecnico. Ma così non è stato. Anzi, i due calciatori sono stati la coppia d’attacco schierata da Liverani nelle ultime due uscite di campionato. 

Il colpo grosso è last minute: quanto può incidere Cyprien nell’economia del gioco del Parma?

Una soluzione tattica che potrebbe risultare molto funzionale ad un tratto caratteristico della filosofia del neo-tecnico ducale, che, seppur prediligendo un gioco di possesso (poco adatto alle caratteristiche di Gervinho e Karamoh), adora sfruttare gli inserimenti dei centrocampisti. E l’ampiezza che sono in grado di offrire l’ivoriano e il francese, può risultare estremamente preziosa ad esaltare alcuni giocatori presenti nel reparto di centrocampo, come Kurtic o il neo-acquisto Cyprien. 

Ed è quest’ultimo, senza alcun dubbio, il fiore all’occhiello della campagna estiva della dirigenza ducale. Un calciatore che qualche anno fa sembrava destinato ad una radiosa carriera, al punto di attirare su di sé le attenzioni di grandissimi club come, ad esempio, la Juventus. Ma che nel 2017, a causa di un gravissimo infortunio, è stato costretto ad un lungo stop di oltre dieci mesi. 

Dal 2018 ad oggi, quel fenomenale giocatore ammirato poco più che ventenne in maglia rossonera, ha avuto una certa involuzione. Nell’ultima stagione, prima di accusare un problema muscolare che non gli ha consentito di giocare le ultime gare di Ligue 1 prima della sospensione del campionato, si è ampiamente riscattato. Un centrocampista polivalente, in grado di giocare sia da mezzala che da mediano, all’occorrenza anche da trequartista. 

Un vero e proprio jolly per Liverani, che potrebbe sfruttare anche un’altra dote del guadalupense: gli inserimenti. Cyprien, infatti, è un calciatore che vede bene la porta e sforna anche svariati assist. Il suo ruolino di marcia nel campionato transalpino parla chiaro: 23 gol e 12 assist in 123 partite. Niente male per un centrocampista che, specie nell’ultimo anno e mezzo, ha dovuto giocare non di rado nella posizione di mediano davanti alla difesa. 

Il resto della campagna acquisti: tanta gioventù e un Osorio in cerca di riscatto

 

Quanto potrà incidere Cyprien sulle fortune del Parma, dipenderà dalla tenuta fisica: se tutto filerà per il verso giusto, il Parma, che l’ha acquistato per 8,5 milioni complessivi (1,5 per il prestito, 7 per il riscatto obbligatorio), potrebbe avere messo a segno un gran bel colpo. Decisamente interessante anche l’acquisto di Brunetta, trequartista col vizio del gol, che giunge in Emilia dopo l’ottima stagione al Godoy Cruz.

Due acquisti che hanno fatto salire vertiginosamente le quotazioni del Parma nella lotta per non retrocedere, come testimoniato dalla quotazioni dei bookmakers, che, oltre ai pronostici calcistici, offrono altre tipologie di servizi come il bingo on line o i giochi, come ad esempio il blackjack, fruibili anche nei casinò reali. 

Tutti da scoprire, invece, gli altri nuovi arrivati in casa ducale. Lo sforzo economico più consistente è stato fatto per Valentin Mihaila, esterno offensivo rumeno, prelevato per 8,5 milioni dal Craiova di Cristiano Bergodi. Un calciatore che si è messo in evidenza nell’under 21 rumena. E che andrà inevitabilmente fatto maturare prima di diventare una pedina importante dell’undici di Liverani. 

Discorso analogo va fatto per Busi, arrivato dal Charleroi per la bellezza di 7,5 milioni. Terzino destro posizionale, bravo più a coprire che a spingere, contenderà la maglia da titolare al più navigato Laurini. Per entrambi, però, non sarà semplice sostituire Darmian, ceduto all’Inter. Dalla Svizzera, invece, arriva il giovanissimo Sohm, mediano di rottura che si è messo in bella evidenza, lo scorso anno, nelle fila dello Zurigo. 

Nel reparto difensivo, invece, arriva Yordan Osorio, difensore venezuelano sul quale il Porto, di fatto, non ha mai creduto: dopo una prima annata totalmente negativa con la maglia dei Dragoni, ha disputato una discreta stagione nel Vitoria Guimares. La scorsa annata ha trovato poco spazio nello Zenit, dove era giunto sempre in prestito. Il Parma, invece, sembra voler puntare sul giocatore sudamericano e ha staccato un assegno di 4 milioni per acquistarlo a titolo definitivo.